sabato 25 aprile 2015

25 Aprile 2015

Amore mi spiace ma questi massaggi non li fai eh! Sono geloso...

Dovrei dire qualcosa sulla liberazione ma in realtà neppure ricordavo che fosse oggi.

La grande novità di questa settimana è che il mio ragazzo si sta licenziando.. o almeno ci sta provando perchè il suo datore di lavoro non vuole accettare le dimissioni visto che non sa come sostituirlo.. allora testa di minchia trattalo per bene e vedrai che resta ma vabbè.. troppo facile eh?
Così è alla ricerca di un part-time o di un accordo col suo attuale datore di lavoro per avere orari migliori e qualche weekend assieme io e lui. Ovviamente non è per noi che si licenzia ma perchè vuole buttarsi nel campo olistico e lavorando 10 ore al giorno in un bar 6 giorni su 7 non riesce a far crescere questo sogno che onestamente (per quanto strampalato possa sembrare) penso che possa andare in porto.. lui è davvero bravo e già ha dei clienti e delle collaborazioni che però deve limitare per mancanza di tempo.. io lo aiuto facendogli i biglietti da visita, le locandine etc.. (e avendogli dato una stanza adibita a studio in casa.. mica poco eh..).

E se non lotta ora per i suoi sogni, che è giovane e non ha spese (mutui rate etc..) quando farlo?
Di lavori al bar come adesso ne trova quanti ne vuole anche in un periodo di crisi come questo.
Male che vada io un lavoro fisso ce l'ho (e sono pure in carriera!) e quindi di fame non si muore :P
E meglio un compagno povero e felice che ricco e depresso.

A me piace che lui combatta per il suo sogno.. lo trovo molto ideale e romantico.. e a me gli ideali piacciono molto. E lo trovo di ispirazione. Lasciare la sicurezza per buttarsi nell'ignoto. BAM!

Ok, parentesi di sensibilità gay.. ETERO CHE PARLANO AGLI AMICI GAY:
Praticamente un mio amico (etero) offre al mio ragazzo la possibilità di fare dei massaggi nel suo negozio (un parrucchiere da donna).. questo mio amico ha un socio (etero spero) percui premette che prima ne deve parlare con lui per sentire se è d'accordo sulla collaborazione. E fin qui ok..
Così mi richiama dopo un paio di giorni e mi dice che il socio è entusiasta e che vuole conoscere il mio ragazzo assolutamente e che "ho già messo tutto in chiaro: gli ho detto che è gay".
Ecco che mi si sono corrucciate le sopracciglia.. così la sera gli ho scritto una email - premettendo che non ci sono problemi, che so che non ci sono pregiudizi etc.. - spiegandogli che la vita privata e quella professionale sono distinte e che la sessualità di una persona rientra in quella privata.. e chiedendogli se per caso a fare i capelli fanno scegliere il parrucchiere gay o etero in base alle preferenze.. Al che il mio amico mi risponde stupito che ovviamente non voleva fare casini e che forse è meglio non fare nulla se queste sono le premesse. Io gli rispondo rassicurandolo che non ci sono problemi, era solo per esprimergli la cosa, che mi fa piacere se collaborano e che il punto era solo questa distinzione fra vita privata e professionale. Al che - non so perchè - credo si sia infastidito dicendo che doveva capire come la pensava i socio sui gay (un parrucchiere??) che non c'è nulla di male a dire che ha amici gay e.. (la ciliegina) se uno porta un amico in carrozzina a casa di qualcuno bisogna avvertire il proprietario dicendo che uno è handicappato.. che si chiama così e non vuol dire raccontare i cazzi suoi ad altri.

Ora.. il punto era la sensibilità.. non è il problema di dire che hai amici gay (anche perchè giriamo spesso mano per la mano.. e ho pure rischiato che mi vedesse il mio capo.. o forse mi ha visto perchè non mi saluta più...) il "problema" è "dover chiarire" che uno è gay.. neppure ce lo avesse stampato in fronte.. quando non ti dovrebbe neppure venire in mente di doverlo dire per chiarire le cose.
A me andava bene se parlavi col socio e fra il più e il meno dicevi che il mio ragazzo è gay e convive. Non mi va bene se lo dici per mettere le cose in chiaro. Che tu pensi che vada messo in chiaro.

Lo so che sono finezze, lo so che non capirà mai ma forse è che mi sto accettando dopo 4 anni e non mi va di sentirmi etichettato o trattato in modo differente. Specie con gli amici. E se non ne posso parlare con loro e provare a farglielo capire.. con chi ne devo parlare?

Ok. Basta.

P.S.
Daniel di The Voice 2015, anche se non leggerai mai queste poche righe su questo sperduto blog, ti ringrazio sinceramente per il messaggio che porti, per la tua serietà, sobrietà, coraggio.. (e bravura.. mi piace un sacco a tua voce!). Speriamo che anche i luoghi comuni sulla transessualità vengano pian piano sgretolati.


4 commenti:

  1. "E meglio un compagno povero e felice che ricco e depresso."
    E' un bellissimo pensiero che condivido :)

    Questa storia del parrucchiere non l'ho capita bene. E' come se uno dovesse specificare che una persona è divorziata... sono questioni sue personali, e se hai un minimo di abilità a capire le persone, sa che una persona seria non porta le proprie questioni sul lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai capita benissimo.. e quindi mi confermate che non sono io "checca isterica" fissata con l'orgoglio gay :P
      Esatto.. è quello che gli ho detto.. che essere gay o meno non centra nulla col fare il massaggiatore.. invece il suo collega ha detto che "gli piace come massaggiano i gay".. e oltre ai dubbi sulla sessualità del collega mi infastidisce questa etichetta.. come fossimo una razza a parte..

      Elimina
  2. Come dici un lavoro in un bar si trova sempre mentre il campo dei massaggi se uno poi è anche bravo è un campo in espansione e non è dopo tutto tutto questo salto nel buio anche perchè oggi giorno i problemi di stress di sedentarietà ormai sono diffusissimi e tutto quello che riguarda i massaggi le tecniche di rilassamento sono sempre più richieste ed è sempre più richiesta un alta professionalità.
    Per la sensibilità etero certo a volte uno si domanda se certa gente se ne accorge di quello che dice, certo te potevi rispondere al tuo amico:
    "non ci sono problemi però oltre ad informare il tuo socio che il mio ragazzo è gay informalo che è felicemente fidanzato e di tenere le mani a posto nel caso che anche il tuo socio fosse gay e non te ne sia accorto" ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti.. oltre ai massaggi si occupa di meditazione e tarocchi.. roba che "incredibilmente" va molto.. ma Vanna Marchi insegna..
      Si infatti gli ho chiesto se il socio è etero o gay perchè tutto questo entusiasmo mi è sembrato strano.. o forse è solo da "italiano medio".. cmq come ho detto a Pier allora non sono io "paranoico" sul rispetto.. vedo che condividete anche voi.

      Elimina