lunedì 28 aprile 2014

28 Aprile 2014


Questa è una poesia (l'unica che ho mai scritto fra l'altro) che scrissi l'anno scorso, immagino intorno a Giugno 2013.. Quando la prima crisi era passata e inconsapevolmente ci avvicinavamo alla seconda..

Questi "livelli" di sentimenti che mi spinsero addirittura a scrivere una poesia per ora non ci sono più.. per quanto le cose stiano progressivamente migliorando e sembrerebbe che stiamo uscendo dal pantano..

STUPIDAMENTE INNAMORATO

Sono stupidamente innamorato.
Mi sento bambino.

Mi sento stupido perchè non alzo muri davanti a te. Non mi difendo dal male che potresti farmi. Stupidamente penso che non me ne farai.

Stupidamente assaporo un pò di veleno e ripenso al male che mi hai fatto e che forse mi rifarai.
Ma la sensazione di essere bambini in fasce cullati dalla madre, protetti, è talmente bella che vale il rischio di precipitare.

Mi sento stupido perchè non capisco come possa essere così innamorato di te, inebriato, ti contemplo sorridendo cercando di svelare l'enigma celato nei tuoi occhi, assaporo ogni abbraccio, carezza, bacio.
Mi sento così vero, senza maschere, non mi riconosco.
Libero.
E dico "Uffa!" perchè anche se ci guardiamo dritti negli occhi i nostri sguardi pur sorridenti non percepiscono l'infinito nell'altro.
E tu mi chiedi perchè l'ho detto e io scuoto le spalle.
Perchè ti amo.

Mi sento stupidamente innamorato, perchè la sensazione mi pare così pura e semplice che mi sembra stupido non averla mai provata prima.

FINE.

2 commenti:

  1. *_____________* tenerezza!!
    Non so perchè non mi compaiono gli aggiornamenti del tuo blog e così mi sono perso un sacco di tuoi post :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa è reciproca.. anche del tuo e di quello di rafa non mi compaiono.. ogni tanto carico il vostro blog per vedere se avete scritto qualcosa. Mi sa che il problema è comune..

      Elimina