giovedì 21 novembre 2013

21 Novembre 2013


Siamo stati due giorni a casa del mio ragazzo..
Una cosa "mordi e fuggi" visto che aveva da sbrigare alcune faccende burocratiche.

Ci teneva che lo accompagnassi e visto che ormai conosco abbastanza suocera e parenti, ho acconsentito con tranquillità.

Ovviamente è stata una cosa distruttiva.. alzarsi prima dell'alba per prendere l'aereo, arrivare  a Brindisi con il diluvio universale e le vecchine che imprecavano in pugliese contro il comune.. (c'erano i fiumi per strada).

Io non mi ero portato neppure un cambio.. mi immaginavo la terra del Sole.. invece sono dovuto andarmi a comprare un paio di scarpe nuove e mi ha dato un paio di jeans asciutti il mio ragazzo sal suo armadio a casa.. fortuna che con le taglie più o meno ci siamo!!

Così mi sono beccato il compleanno della nipote.. e lei mi ha chiamato.. zio!! :D
ahahha mitica! L'ingenuità dei bambini!!

Che poi ero stanchissimo e a battuta le faccio "andrò a fare il pisolino anche io col tuo fratellino" (di un anno circa che se la dormiva beatamente) e lei fa a sua mamma: "ma non dorme con xxx?" (xxx=nome del mio ragazzo)

Super! XD

Ci siamo fatti anche il giro dalle zie e anche loro super gentili e mi hanno detto che sono contente di vedermi, che posso andare quando voglio, che sono "l'amicone" del loro nipote..

Anche uno dei suoi fratelli che in precedenza non mi dava il minimo dialogo, stavolta si è aperto e siamo stati a parlare un pò.

Sua mamma mi ha detto di salutare la mia, mia madre per telefono si è raccomandata di salutare la sua.

E insomma.. mi sono sentito molto più in famiglia :)

Per il resto le cose fra noi stanno migliorando pian piano. Lui sta facendo "il bravo" e io sono ben disposto a ricucire.

Usciamo poco e più che altro gli sto facendo un pò di cultura cinematografica.. non aveva mai visto Il signore degli anelli, Harry Potter etc...

venerdì 8 novembre 2013

8 Novembre 2013


Per il mio compleanno il mio ragazzo aveva organizzato un uscita a sorpresa con qualche nostro amico in un locale in cui andiamo spesso. Sono cliente da tanti anni e i proprietari (di cui uno gay) sanno di noi.

Così nel pomeriggio aveva portato una buonissima torta a forma di cuore e candeline per festeggiare.

Il giorno non mi sono sentito bene anche a causa di questi ultimi avvenimenti e l'uscita è quasi saltata. Per fortuna avevo "intercettato" qualche stralcio di conversazione e avevo capito che voleva fare un uscita a sorpresa percui mi sono preso una tachipirina e la sera mi ero rimesso abbastanza per uscire. Non avessi saputo nulla probabilmente non sarei uscito mandando all'aria tutto.. XD

Ci sono rimasto male che non mi ha fatto nè un bigliettino nè un regalo.

Un paio di settimane prima mi aveva regalato una bella borsa in pelle pagata oltre un centinaio di euro e quindi ok.. diciamo che il regalo era quello e che me l'ha dato subito..

Ma questa cosa mi ha dato molta noia più che altro perchè lui ci tiene tanto a ricevere regali e che siano di suo gradimento.. l'ho letta come una mancanza di attenzione nei miei confronti.

Ne abbiamo parlato poi perchè ero abbastanza.. ehm.. arrabbiato.. e mi ha spiegato che per lui il gesto di festeggiare in un locale per me caro, condividendo la cosa con i nostri amici etc.. gli sembrava una bella cosa e un modo di esprimere la fiducia nella nostra storia. E meglio un gesto che tante parole che si dicono e poi non vogliono dire niente.

Il giorno dopo siamo stati a cena da mia madre e abbiamo mangiato come.. come.. troppo..
Mia madre mi aveva già fatto come regalo la macchina da cucire ma ha voluto farmi un bigliettino e un animaletto portaspilli giusto come pensierino. Brava mamma :D

La settimana è poi passata tranquilla. Abbiamo rifatto l'amore e le cose stavano rimigliorando.

Poi proprio ieri sono tornato a casa e il suo cellulare era li... l'ho preso e in rubrica (che non avevo mai controllato prima) ho trovato 4 numeri di gente della chat.. fra cui quello di Febbraio con cui avevo il sospetto mi avesse tradito. Ho cancellato i numeri....

La cosa mi ha dato noia.. sono convinto che fossero vecchi però fossi stato io al suo posto con tutto il casino di questo periodo, avrei eliminato ogni cosa. Lui probabilmente non ci ha pensato. Sbadato come è. Però mi ha indispettito..

La sera una sua amica era ospite da noi e ci ha raccontato dei tradimenti del suo ex, la rabbia vissuta, le sbirciate sul cellulare, il confronto con l'amante, etc.. e visto che ero già predisposto dal cellulare di un oretta prima, questi racconti mi hanno ritirato fuori tanta rabbia..

Ne abbiamo un pò parlato la sera e poi stamani. Ero inviperito e l'ho un pò attaccato: lui è un tipo spirituale e mi da molta noia che gli altri hanno questa immagine di lui da "angioletto" e poi io debba subire queste.. diavolerie XD
Così ieri si è alzato nel cuore della notte ed è andato a dormire in un altra stanza per qualche ora. Mi ha detto che aveva pensato se non fosse meglio lasciarci visto la situazione che non sembra migliorare. Le mie reazioni gli sembrano eccessive e questo, gli ho spiegato, perchè lui sa la verità e forse davvero non ha mai fatto nulla di reale, ma io non lo so per certo e da mesi mi rodono i dubbi.. e lui non è neppure particolarmente bravo nell'aiutarmi a fugarli e a ricreare un clima di fiducia.. anzi.

Anche questa tempesta è passata e per ora rimane la voglia di andare avanti.
Anche se l'idea che mi lasciasse lui non mi sembrava malissimo.

Questo compleanno mi ha lasciato l'amaro in bocca.


venerdì 1 novembre 2013

1 Novembre 2013






Domani compio gli anni.. 32.. oddio che ansia..


A parte gli scherzi non ho nessuna voglia di festeggiare. Non che i 32 siano un problema, tanto anno più anno meno.. è che mi sento un pò spossato e a corto di energie.
Fra l'altro mi sembra di essere un pò ingrassato ma spero sia solo il normale cambio di stagione.. in autunno e inverno ingrasso sempre un minimo.. per il freddo.. non si sa mai..

Il motivo priincipalmente è per il rapporto col mio boy che mi ha risucchiato molta energia.

In breve, l'ho ribeccato di nuovo in chat, visto che non ha più skype usa altri programmi. Ci va meno e non ci sono stati scambi di numeri. Quando mi sono accorto che era tornato mi è preso il gelo, letteralmente, e mi sono infilato sotto la doccia bollente. La questione si è un pò spostata dalla chat alla sincerità nel rapporto.. avrei preferito un onesto "guarda, sto tornando in chat e pian piano sto staccando.. parliamone" invece in queste due settimane ho assistito in silenzio. Lui non ha più ripreso il discorso. Ha lasciato cadere le frecciate che ogni tanto gli lanciavo. Ha fatto finta di nulla alle provocazioni. Tant'è che da due settimane non facciamo l'amore.. forse stasera o domani? dipende da quando ho voglia. L'ho allontanato e sono stato sempre più freddo. Lui finge di non capire, o è proprio scemo, e mi dice "amore vieni qui" "stammi vicino".

L'altra sera ho sognato dei rospi che sputavano altri rospi. Sogno psichedelico.
Ma l'ho associato alla crescente rabbia e alla necessità di "sputare il rospo".

Così a letto, dopo l'ennesimo "Vieni qui da me" a cui ho risposto "Sto bene dove sto" (e cioè all'altro capo del letto) lui candidamente mi fa "ma perchè fai così?" a cui ha seguito un glaciale "lo sai perfettamente".

E da qui abbiamo riaffrontato un pò il discorso. Gli ho fatto capire chiaramente che sono in crisi e che il motivo è la chat, non la politica italiana.. Gli ho spiegato che il mio allontanarlo è a causa della rabbia che sento e che a volte mi disturba averlo vicino. Così non si va avanti. O parla e si apre e fa un passo tangibile o ciao. Lui si è aperto un pò di più ma nulla di miracoloso, ne gli ho chiesto di farlo immediatamente.

La chiacchierata ha fatto bene e forse ho scaricato un pò di rabbia. Lui mi rassicura per l'ennesima volta, mi dice che io sono a base per il suo futuro, che ci sono solo io etc...

Nel frattempo siamo stati alle terme con dei nostri amici e mi sono accorto come in pubblico non ho la minima voglia di farmi vedere con lui. Gli sguardi delle persone mi infastidiscono e non mi va di sopportalo per lui. Anche perchè se mi stava lontano era meglio.

Amare lo amo ancora, anche se sono un pò in stand by con i sentimenti e la parola "amore" mi esce raramente dalla bocca.

La crisi nasce dal fatto di credergli o meno. Alla fine se dovessi essere coerente, visto che è tornato in chat e che non è stato sincero, dovrei lasciarlo. Dall'altra parte in fondo gli credo e provo ad aspettare e a vedere di andare avanti. Magari condividendo.

Aaaaah le pene d'amour.. il mal voluto non è mai troppo.. no no no.