domenica 13 ottobre 2013

13 Ottobre 2013

Nel bel mezzo della burrasca c'è stato il pranzo dai miei nonni..
Burrasca anche metereologica.. visto il tempo..
Il momento forse non era il massimo ma ormai avevamo fissato.
Anche se onestamente ero abbastanza anestetizzato.

Siamo arrivati strapuntuali e i nonni sono stati bravi..
Mio nonno (84 anni) non l'aveva mai visto ma gli ha fatto vedere le foto del paese in bianco e nero, gli raccontava di quando era giovane etc..
Nonna era indaffarata a preparare il pranzo e ogni due minuti chiedeva qualcosa..
L'aglio lo mangia? Il basilico lo mangia? la pasta che preferisce? Penne spaghetti bavette?
Quanta ne mangia? 300???? Accidenti quanta.. non sono più abituata.. noi ne mangiamo 60..

E insomma il pranzo è andato bene..

Il mio ragazzo aveva anche portato un vassoietto di biscotti di frolla (morbidi che così il nonno non ha problemi a masticarli)  e la nonna ha cercato di alcolizzarci con limoncello e marsala, così che aveva la scusa per bere anche lei.. ma non ne avevamo voglia.
Il mio ragazzo scherzando si è lamentato che non abbiamo la TV e mia nonna mi ha detto: "Se gli vuoi bene gliela devi comprare"
Bella questa.. eh?

Per il resto sto cercando di affrontare IL problema.. non è facile affrontare il discorso perchè è un campo minato.. lui è super sensibile a questo argomento, che affonda le radici nella sua infanzia, e quando si avvicina a parlarne gli diventano gli occhi lucidi, diventa più aggressivo e tende a deviare il discorso. In più ha i sensi di colpa (almeno così dice) per il dolore che mi ha dato.
Praticamente è l'origine di tutti i suoi blocchi. Mo' mi tocca fare lo psicologo..
Io pazientemente sto cercando una breccia.
Che mi sembra di giocare al piccolo chirurgo che qualcunque cosa tocchi fa "BEEEEEEP".

E' un pò assurdo perchè una parte di me lo vorrebbe mandare a quel paese, della serie: quantomeno collabora e non rompere.. cerco di capirti e ti incazzi con me??
e invece devo adottare un tatto e una comprensione che per me è inusuale e devo trattenere l'incazzatura che ho perchè se uso termini aggressivi lui a sua volta mi attacca. Sicuramente è una bella prova per entrambi.
Che poi nessuno gli chiede chissà che.. sto cercando di aiutarlo a buttare fuori degli stati d'animo che per anni ha tenuto per se.. non è che deve cambiare se stesso.. solo parlare.. di ciò che vuole lui.. con l'intensità che vuole lui.. mi basta che parli di se.

mmmmmh.. forse potrei cercare un punto di incontro attraverso i tarocchi.....

P.S. Almeno non va più in chat da quel che vedo...


domenica 6 ottobre 2013

6 Ottobre 2013 - SEI DI COCCIO!!

..sei di coccio..

E insomma appena pubblicato lo scorso post.. dalla mia postazione PRISM/NSA Gate di spionaggio, vado a dare un occhio alle ultime conversazioni in chat del mio boy (e lo so che eticamente non è corretto ma ho impiegato 2 mesi per ridefinire i confini di "eticamente") e che scopro? Che appena sono andato via di casa alle 8.20.. dopo 10 minuti era connesso in chat.. idem quando sono andato al corso di cucito.. esco di casa e si connette. Rientro e fa finta di essere a letto.. Le conversazioni? Ha lasciato di nuovo il suo numero a 3 persone (2 inguardabili.. cosa che mi convince sempre di più che è davvero tutto virtuale) a uno ha dato l'indirizzo di casa (tranne il numero civico.. fortuna che sto in una via moooolto lunga), a un altro pregava di vedersi per scopare, oggi non puoi? allora domani?? etc.. (questo però non era malaccio..) Ad un altro diceva che voleva un amante e farsi nuove esperienze.. sesso a tre.. due cazzi.. etc.. A tutti come prima diceva di chiamarlo solo la mattina (che il sottoscritto è a lavoro) e mai il weekend e poi cancellava skype che "ho paura che  il mio ragazzo mi scopra".

Queste persone per la maggior parte sposate. CHE SCHIFO.

Ho chiuso il PC, chiamati i miei amici e gli ho raggiunti per bere una birra che a stare da solo a casa mi prendeva rabbia..poi sennò il mio boy lo facevo a pezzettini..
Quando è arrivato il mio ragazzo dopo pochi minuti siamo rimasti soli e mi dice "che hai? hai gli occhi tristi" io dopo un paio di "nulla.." faccio un bel respiro e gli dico "quali erano le regole per la chat che ci eravamo dati a Marzo? Me le dici?" . lui capisce al volo. Io gli dico che è malato, che è dipendente dalla chat, che non ci voglio stare in una relazione così.

L'ho lasciato.
...
Anche se per pochi minuti..

Lui un pò piange, un pò cerca di spiegarmi che è tutto virtuale e che rispetto a prima ci va molto meno ma che però non riesce a smettere. Il "virtuale" gli ha permesso di sopravvivere alla vergogna di essere gay quando stava al sud, era una valvola di sfogo e adesso non riesce a smettere. E' visibilmente sollevato. Più sollevato che preoccupato che la nostra relazione finisca.

Mi ha chiesto di dargli una mano ad uscirne.. e io non gliela posso negare.. cioè potrei ma non sono il tipo.. quache mese in più non mi cambierà la vita anche se alla fine fosse stato inutile. I can wait.

Ha cancellato il suo account di skype anche se come gli ho detto "ci vuole 5 minuti a crearne un altro". E più o meno adesso: o si aprirà con me, pian piano, condividendo il malessere interiore, le paure, questa parte di se stesso, oppure lo lascerò definitivamente.

Stamani a letto sono riuscito a farmi chiedere di leccarglielo.. che si vergogna.. ma io dico.... mah..

Mi ha mandato vari messaggini tutti cucciolosi e pieni di speranza e buoni propositi.. ma io continuo a dirgli che stavolta le parole non bastano.. per 6 mesi mi ha preso in giro a parole e adesso: o fatti.. o pugnette.....

Ciò che mi preoccupa un pò è la mia reazione.. non ho versato una lacrima. E quando avevo deciso di lasciarlo mi ero sentito davvero sollevato. Mi chiedo se lo amo ancora. Affetto si. Attrazione fisica si. Sono così stanco e logorato da questa storia.

venerdì 4 ottobre 2013

4 Ottobre 2013

 
Le ultime novità:
Ho iniziato un corso per imparare a cucire a macchina assieme a mia madre ^^
Ci sono un sacco di vecchine che chiacchierano e non ci vedono un tubo.. e per infilare il filo nell'ago le vedi che ci appoggiano praticamente il naso per vederci qualcosa.. ahahah
Così mamma mi ha anticipato il regalo di compleanno + natale e mi ha comprato una macchina da cucire.. La prossima volta impareremo a fare gli orli ai pantaloni.. utilissimoooooo!! Ho già una valanga di jeans pronti!
E' anche la prima volta che io e mia madre facciamo un corso assieme e la cosa mi piace molto.. abbiamo "ricucito" i rapporti in questi ultimi anni, fra la morte di mio padre e il mio coming out.
Il mio ragazzo è molto contento.. lui "del Sud" ha una concezione di famiglia molto stretta e presente che da noi proprio non c'è :P
E insomma già mi vedo stilista.. e se vedrete dei vestiti a marchio Narcisò (con l'accento che fa chic) saprete che ci sono riuscito :P
L'idea di farmi i vestiti da me mi piacerebbe ^^

Sabato (domani) andremo a pranzo dai nonni... i genitori di mia madre.. io e il mio ragazzo da soli. Finalmente l'invito a pranzo della nonna che mi fece mesi fa si è concretizzato.. pasta al pomodoro e arista con patate ;D
E' carina questa cosa.. il primo pranzo dai nonni ahhaha fa così mulino bianco.. alla faccia del signor Barilla :P
Ho ripreso con il "bricolage" in casa.. devo sistemare un altra stanza e stavolta ho da ampliare l'impianto elettrico.. percui sto facendo le tracce nei muri e cose così.. poi dovrò murare tutto e rifare l'intonaco.. sto acquisendo sempre più competenze.. mentre il mio ragazzo starnazza per la polvere.. ghghghhg
Mi attende poi la costruzione di un armadio di 3 metri e mezzo....... :-/


Nell'ultimo mese c'è stata burrasca fra me e il mio ragazzo.. preannunciata da sogni strani è riemerso il rancore, la gelosia e i dubbi per i "fattucci" di febbraio/marzo..
Avevamo ri-affrontato il discorso anche in vacanza (sulla spiaggia nudista) e ultimamente mi erano riemersi alcuni ricordi (per esempio il nome della via dove c'era casa del tipo) e alcune discrepanze che così.. sei a fare i cazzi tuoi e ti arriva un pensiero SBAM.. "era in via xxxxx" oppure "questa cosa non torna... vedi? c'è stato per davvero.. non era tutto virtuale" e mi sono sorpreso a pensare seriamente di tradirlo per vendetta e "pareggiare i conti". 
Mi sono persino improvvisato lettore di tarocchi e alla domanda se mi avesse tradito per davvero i tarocchi hanno dato un no secco.. ma non mi hanno mica tranquillizzato ;(
E insomma la cosa mi ha sorpreso perchè giusto ad Amsterdam, con un mio caro amico, parlavamo della moralità del tradimento ed io ero schierato contro a spada tratta.. (lui era a favore)
Così ho preso i fiori di bach (Holly) e poi ne abbiamo parlato. Gli ho detto chiaramente ciò che sentivo, il rancore, questo desiderio di vendetta e i pensieri di tradirlo. Gli ho chiesto come mai mi dice (senza che io gli chieda niente) che non va più su skype etc.. quando io so chiaramente che ci va (anche se cancella le conversazioni) e lui sa benissimo che lo so e che lo sto tenendo d'occhio (qualche settimana fa, davanti a lui, gli ho spulciato il cellulare e bracato sui messaggi di facebook mentre era connesso.. in modo che recepisse il messaggio: "ti tengo d'occhio").
Lui per l'ennesima volta si è scusato per il male che mi ha provocato, che il mio distacco da lui, a causa sua, non lo fa vivere. Che lui è cambiato e va tutto bene e posso stare tranquillo.
Alla fine una voce dentro di me mi ha detto "Non ha colpa" e quasi mi mettevo a piangere (ma stavo guidando..) e questo "perdono" più profondo ha dissolto un bel pò di rabbia (non tutta..). Poi un'altra sera mentre era accucciato su di me, a letto, ho percepito chiaramente il suo stato d'animo, di quanto si sentiva solo in questo momento della sua vita che sta facendo molte scelte per il suo futuro e non ha punti di riferimento e stabilità (anche la nostra relazione adesso è instabile ma in miglioramento).
Queste le ultime news insomma.