venerdì 9 agosto 2013

9 Agosto 2013


Ma perchè non piove?? così non devo annaffiare l'orto.. uffi..

Per la questione "suocera" prima di implodere per la rabbia, ho deciso di mediare un pò.. probabilmente andrò via con i miei amici metà settimana.. così mi farò mezza settimana col mio ragazzo e sua madre e mezza settimana a giro con gli amici.. meta da decidere.. o una capitale o in montagna.. ci vedrei bene un trekking tipo Heidi..

Così mi sento solo per metà in colpa e solo per metà un cattivo bambino.. maledizione ai sensi di colpa. Il mio boy non ha fatto storie anche se non è contentissimo.. ovviamente sperava di inchiodarmi a casa con sua madre..

Poi che centra.. se i miei amici alla fine mi danno buca.. ok.. rimarrò a casa e non andrò da solo a giro.. magari a Parigi a rimorchiare un bel francesino.. XD

Sono poi stato a parlare con i miei zii e, per la prima volta da quando sanno ufficialmente di me e del mio ragazzo, abbiamo affrontato il discorso. E mi ha fatto piacere che mi hanno ripetuto che non sono contenti, sono più che contenti. Che mi vedono benissimo, il mio ragazzo è una brava persona etc... fra l'altro mi hanno detto di un (bel) ragazzo che lavora in un forno qua vicino che anche lui ha il compagno.. e mi fermerò ovviamente a prendere uno sfilatino... XD

Col mio ragazzo le cose procedono tranquille. Quello che mi fa un pò arrabbiare è che verso le sue amiche è super attento a carpire ogni cambiamento dello stato d'animo.. le segue.. le fa da confidente.. io invece sono terra di nessuno.. per fargli capire qualcosa devo scrivere dei cartelloni e sbatterglieli sul muso...

Se per mesi (dai problemi di Marzo/Aprile) ti ho tolto la maggior parte delle attenzioni, invece di chiederti perchè.. o di chiedermi qualcosa.. ti limiti a dire "ah.. qualcuno mi trascura". Se a letto la quantità di sesso diminuisce drasticamente non ti chiedi perchè. Adesso che mi sto iniziando a fare dei viaggi con gli amici, riacquistando un pò di libertà che avevo perso, non ti chiedi perchè. Non ti chiedi cosa è importante per me e il motivo percui mi arrabbio. Se per te la cosa è irrilevante, ti entra da un orecchio e ti esce dall'altro..

Ma io continuo a provocarlo e a spiegargli le cose visto che proprio non ci arriva.. e pensare che è quasi sensitivo.. mah...

"E ogni volta che scelgo di non dire, ogni volta mi chiedo chissà se i silenzi sanno fare l'amore, o sanno fare solo il rumore dell'assenza."

2 commenti:

  1. Mi spiace che le cose si stiano mettendo così. D'altra parte vivere assieme ad una persona (uomo o donna che sia) non è facile.
    Spesso siamo talmente bloccati in una visione del mondo che non comprende alcun altra persona che non sia noi stessi che riesce difficile pensare che l'altro non è una nostra estensione, una specie di appendice o di copia di noi, ma che ha anche lui una sua individualità, delle priorità e sopratutto dei sentimenti, tanto che nel momento in cui l'altro non si conforma alla nostra visione di come lui dovrebbe essere si reagisce male o peggio negando tutto....
    Ovvio che la comprensione deve crescere da entrambe le parti, solo una delle due non può bastare.
    Spero che lui capisca come ti senti e inizi a venirti incontro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine siamo riusciti a parlarne più seriamente e almeno ci siamo confrontati senza maschere. Io cmq me ne vado ad amsterdam con gli amici e via..

      Elimina