lunedì 24 giugno 2013

24 Giugno 2013 - Chrysalis

Trovare un'immagine di crisalide che non facesse proprio ribrezzo è stata dura..

In queste ultime 2-3 settimane ci stiamo godendo un meritatissimo periodo di riposo.. pochi pensieri, stress, etc.. I suoi turni a lavoro sono migliorati e passiamo così più tempo assieme.. siamo sempre a cena fuori da un amico o da un altro. Quando lui ha giorno libero (sempre infrasettimana) prendo ferie e andiamo al mare.

Mi escono cuoricini ovunque.. nei fiori di bach.. nei fondi della tazza del caffè.. anche la saponetta assume la forma di un cuoricino.. mah..

Tempo fa, rispondendo ad un commento ad un post, mi colpì una frase che scrissi:
"che le condizioni di partenza con cui è iniziato il nostro rapporto non ci sono più"
nel senso che in questi due anni la situazione è radicalmente cambiata e che quindi è anche normale che si cerchi una nuova base per ripartire. La risposta era in un post nel periodo di profonda crisi che ci ha investito un pò più di due mesi fa.

Due anni fa stavamo lontani più di 100 km l'uno dall'altro e ci vedevamo solo nei weekend. Peraltro già lavorava il fine settimana percui ci vedevamo due mezze giornate. Io ero alla mia prima esperienza con un ragazzo e i primi mesi sono stati davvero un grosso stress.. accettare l'omosessualità in così poco tempo, dirlo a mia madre, ai miei amici. Convivere dopo circa 5 mesi che stavamo insieme. Il suo staccarsi dalla famigia e arrivare in una città sconosciuta. E' stato tutto super accellerato per entrambi.

Questi due anni in effetti sono stati vissuti sotto quest'ottica. Quasi un avvolgersi l'uno sull'altro per sopravvivere. In un bozzolo. Un bisogno dell'altro per portare a termine questo ciclo, senza il quale tutto si sarebbe interrotto lasciando tutto a metà.. in un limbo incompiuto. Per ciò che mi riguarda parlo principalmente del vivere liberamente l'omosessualità. Senza di lui chissà quanto ci avrei messo.

Adesso la situazione è cambiata. Tanti cicli si sono conclusi. E l'avvolgersi l'uno sull'altro per chiudersi in una crisalide non è più sostenibile. E' soffocante. Le farfalle poi volano via all'aria aperta.

Se mi guardo indietro vedo i due anni più importanti della mia vita e la relazione migliore che ho mai avuto, ma certo non i più facili. E associo la figura del mio ragazzo a chi ha sconvolto un pò tutto il mio mondo. In due anni è cambiato tutto. Sento un pò di rabbia perchè mi sono sentito costretto a cambiare in tempi rapidissimi. Quasi fosse una specie di aguzzino.  Lui mi dice "sono state scelte anche tue, nessuno ti ha obbligato".. già.. ma l'alternativa era la fine del rapporto.. non un'altra strada insieme. E ogni tanto mi viene da rinfacciargli di avermi sconvolto ogni equilibrio.

Non per farlo sentire un peso ma i cambiamenti fatti sono stati enormi e dire nel bilancio che questi due anni sono stati più felici che stressanti è onestamente complicato. Omosessualità, coming out, convivenza, ristrutturazione di casa, animali domestici, etc.. tante coppie sarebbero scoppiate prima.

E poi ho una concezione un pò hippy percui ogni sforzo fatto oggi, ogni tentativo di venirsi incontro, di non mollare, di cercare un nuovo equilibrio, comunque vada, è tutto di guadagnato. Sono cose che mi ritroverò in un ipotetico nuovo rapporto. Imparare a stringere i denti e ad andare avanti, senza cedere alle facili tentazioni di una relazione nuova e quindi ->momentaneamente<- priva di problemi.

E insomma mi sembra che adesso siamo due farfalle.

8 commenti:

  1. C'è un proverbio spagnolo (in spagna ne hanno uno per ogni occasione) che dice "Al mondo prendi quello che vuoi e pagane il prezzo" e penso che all'amore si adatti molto bene, non c'è nulla da fare l'amore è uno sconvolgimento totale, meraviglioso faticoso ti porta in altro ti fa precipitare devi costruirlo e ricostruirlo ogni giorno, ma l'alternativa quale è, una tranquilla calma solitudine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bel proverbio... in effetti è adatto..
      Si hai proprio ragione l'alternativa è una tranquilla e calma solitudine.. è che a volte ci vuole una pausa dall'amore.. o ci vogliono questi periodi di intervallo fra uno sconvolgimento ed un altro :)

      Elimina
  2. Son contento di vedere questa evoluzione, nel tempo e nella buona o cattiva sorte, facciamo tesoro di tutto quello che abbiamo intorno. La tua relazione con lui sicuramente ha portato grossi cambiamenti ma prova a pensare dove saresti adesso senza..

    Per finire di dico che le crisalidi sono una delle cose più belle della natura, da naturalista e da entomologo inside (ma anche fuori visto che la studio come materia) ti dico che non c'è una sensazione più magica che allevare un bruco. Brutto come la fame e obeso, poi immobile per settimane rugoso e resistente per poi diventare (dopo ore immobile) leggiadro e colorato. Insomma non sai che ti perdi ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti ci penso.. se non lo avessi incontrato chissà se ero dichiarato.... ;)
      Lui è stato la motivazione e la spinta x vivere tutto alla luce del sole.

      Ma.. sei anche entomologo ?? Non avrei mai detto che avevi questi interessi.. credevo che il tuo naturalismo si fermasse a fare l'amore nudi sul prato ehehehe ;) cmq tutto questo amore x i bruchi non lo provo.... ;P

      Citazione: ciò che il bruco chiama fine del mondo.. tutti gli altri lo chiamano farfalla.

      Elimina
  3. Spesso mi faccio delle domande e non trovo una risposta, perché ormai la mia vita è andata così, non saprei cosa sarebbe successo se... E' giusto così.
    Non pensare, goditi la vita! ;)

    RispondiElimina
  4. Non si tratta di "pensare".
    Ma di guardarsi indietro e godersi il paesaggio dal punto in cui siamo arrivati ;)

    E dirsi: però son stato bravo!

    RispondiElimina
  5. Decisamente condivido questa cosa della sensazione di "cambiamenti fin troppo veloci" :)
    E comunque da quel che leggo sul tuo blog...sì, sei stato davvero bravo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.. anche tu hai corso parecchio ;)
      Ma che fine hai fatto?? tutto bene?

      Elimina