giovedì 26 luglio 2012

25 Luglio 2012

PARTE II


La mattina mi sono alzato, come ha detto lui, "serio". Ho sognato un topo.. che secondo il linguaggio dei sogni dovrebbe significare "malinteso da chiarire"..

Così mi scrive un messaggio in cui mi dice che spera non sia per la questione della chat. Che ama me e basta. Che c'è andato per curiosità e distrazione virtuale. Finisce tutto li, nel virtuale. Che apprezza che ho affrontato l'argomento, ma lo imbarazza. Però non nega di essere stato in chat.

Seguono altri messaggi di botta e risposta..

Non è nulla di grave o di strano. E' solo per sentire che si piace e per farsi una sega in cam. Senza ricercare altro. Come vedersi un film porno. Si sente in colpa per come mi sarò sentito. Mi chiede scusa etc...

--> E' che proprio non mi torna questa immagine di lui. <--
Si prosegue con discorsi più generici sul conoscere se stessi e per ciò che lo riguarda, la sua ricerca di questo lato maschile che è un pò latitante..

Io mi son sentito un pò meglio ma speravo poi in un confronto a parole, faccia a faccia. Per sms mi fa schifo. Come chi si lascia per sms.. come si fa??

La sera tardi rientra da lavoro.. poi viene cuccioloso a letto.. ma il discorso non lo riprende..
Butto li un "mi hai fatto preoccupare.." lui risponde con "lo so" e basta.. tutto rannicchiato al mio petto. Poi baci.. mi prende e facciamo l'amore.. mi mancava sentirlo..

So che aveva voglia.. però una parte di me ha pensato fosse solo per evitare la questione.

Mica penserà sia finita qui?? Non mi importa nulla se ti imbarazza affrontare il discorso..

Ieri rientra a casa sempre tardi (abbiamo degli orari di lavoro diametralmente opposti) e tutto cuccioloso viene a letto. Mi riempie di coccole e io aspetto che per caso riprenda l'argomento.. ma nulla.. tutte queste coccole mi fanno tornare in mente la mia prima ragazza la quale un bel giorno mi disse "ti amo ti amo ti amo ancora di più etc.." per poi scoprire che tutte queste moine nascevano dal senso di colpa per essersi vista con un altro ragazzo... (anche se senza combinare nulla) Credo sia grazie a lei che oggi sono molto diffidente delle troppe effusioni.

Così riprendo "mi piacerebbe chiarire la questione della chat prima o poi.."

Gli dico che anche io ci sono stato ultimamente, altrimenti non mi sarei accorto che la frequentava anche lui,  e che ho visto che una sega in cam non è nulla. Gli spiego che ciò che mi turba è che non lo riconosco. Parliamo.. mi dice che è da poco che ci va.. circa 3 mesi (io ho provato a fargli ammettere che è da un anno) perchè con i nostri orari ultimente ci vediamo molto meno ed è un modo per scaricare le voglie sessuali. Non parla in chat, non ci va per un confronto (io si.. finisco sempre per raccontare di noi..)

In effetti ultimamente
- per gli orari diversi (io alle 1.00 di notte ho zero voglia di fare l'amore quando la mattina alle 7.00 mi devo alzare)
- per lo stress di questo periodo
- per il fatto che da un mese l'ho beccato in chat e la cosa mi ha turbato e freddato un bel pò.
- perchè rispetto a prima sento molto più la voglia di "ricevere".. e quindi ci troviamo entrambi più frequentemente "in stallo"..
..l'attività sessuale era un pò calata.

Questo lato di se non gli piace.. (a me si.. finalmente un pò porcellino il mio lui..) e si sente diviso in tre.. la parte omosessuale più femminile che vive normalmente, quella mascolina (omosessuale o meno.. è l'atteggiamento) che pian piano lotta per venire fuori e che ha represso negli anni (sia nel ruolo di attivo - si è accorto che si sente maschio quando me lo da.. l'altro giorno si era pure messo "casualmente" davanti allo specchio mentre mi cavalcava.. - sia forse un pò di curiosità verso le ragazze.. quindi un pò di crisi di accettazione.. e come lo capisco..) e la parte da "cacciatore" che desidera farsi esperienza (che in passato ha soffocato considerandola sbagliata, limitando molto le sue esperienze).

Gli dico che lo capisco.. io sono nella stessa fase ma opposta. Io sto cercando di vivere più la parte femminile che ho sempre soffocato e sento la parte "cacciatrice" che ha voglia di farsi esperienza. Anche per questo sono andato in chat: per farmi "esperienza" senza tradire.

Dice che non ci andrà più.. io a parte avergli detto che non ci credo.. gli ho detto che per me ci può continuare ad andare se gli serve da valvola di sfogo.. meglio in chat via cam che dal vivo con uno conosciuto da qualche parte..... inoltre se ne sente il bisogno per capire queste parti di se, per me va bene, basta che rimanga il rispetto della coppia.

Poi fra le altre cose erano usciti i complimenti che lo facevano sentire apprezzato (io glieli faccio.. e spesso.. è lui che non me li fa mai..) e così gli ho detto: "immagino i complimenti che ti fanno... che bella mazza.. che arnese.. etc.." ..lui ride.. "me li fanno anche a me... sugli addominali.. il fisico etc... lo so che fa piacere.. lo capisco" Per me onestamente è stato un piacere riscoperto sentire qualche complimento.. anche se viene da uno sconosciuto il cui obbiettivo è portarti a letto.. XD

Ride meno.. e si è ingelosito.. ahahha.. "no basta.. non ci andiamo più.. ne io ne te.. sono geloso" XD

Più o meno tutto qua.. ci siamo chiariti.. gli ho detto che da parte mia cercherò di soddisfarlo di più anche a notte fonda quando torna.. invece di dormire alla grande.. e dato che "non rimandare a domani quello che potresti fare oggi".. alle 2.00 di notte l'ho preso io.. stamani che sonno...

Adesso sto meglio.. mi è passata.

Scherzando gli ho buttato li un "magari un giorno ci troviamo in chat e ci seghiamo.. oppure ci andiamo insieme.. e ci seghiamo a tre.. " XD

Il senso è che vorrei mi senta complice.. non sono un giudice.. sono un ragazzo come lui. Sono il suo compagno.

lunedì 23 luglio 2012

23 Luglio 2012

PARTE I

..un lupotto arrabbiato..
Dopo l'ennesima battuta che mi fa il mio ragazzo sul chissà quali "porcate" faccio al cellulare etc.. (in realtà stavo leggendo i vostri blog visto che ero in coda alla cassa e quando è arrivato ho semplicemente chiuso il browser del cellulare..)
...
(e stavo per baciarlo in pubblico perchè ero sovrappensiero.. mi sono fermato ad un centimetro dalle sue labbra..)
..
E lui mi ha detto: "magari l'hai fatto per distrarmi.." (dalle porcate che stavi facendo al cellulare)

Mi sono un pò spazientito e guardandolo di traverso con un sorrisetto gli ho detto "senti chi parla.. lo so che chatti.." Lui è rimasto un attimo spiazzato e poi negando fa "e dove chattereiiii????" pensando fosse una battuta da parte mia. E ovviamente gli dico il nome della chat...
Non dice altro.. poi cambiamo discorso.. eravamo in auto e stavamo andando ad un aperitivo dopo aver passato il pomeriggio al centro commerciale.

Dopo una ventina di minuti gli dico chi c'è all'aperitivo specificando nome e cognome di un ragazzo
e lui pensa che gli ho tirato una frecciata della serie "nel caso ne conoscessi altri con quel nome, ti dico anche il cognome così siamo sicuri". In realtà è che questo nostro amico, per distinguerlo da altri con lo stesso nome,  lo chiamiamo a volte anche per cognome.. insomma non c'era nessuna battuta.. così gli dico "Coda di paglia eeehhh?" e lui mi si appoggia alla spalla cuccioloso della serie "touchè".
Gli spiego che mi fido di lui e quindi ok, sono affari suoi che chatta. Però sappia che lo so.  (L'idea che pensasse di essere furbo e di tirarmela in tasca mi dava noia). Lui lascia cadere l'argomento e non dice nulla.

Poi arriviamo all'aperitivo e tutto ok. Ci comportiamo da "coppia" anche se un paio di amici non sapevano nulla (avranno capito immagino...) e qualcuno di altri tavoli ci tirava un occhiata.

L'argomento chat non è stato più ritirato fuori.

Ora.. io mi sto accorgendo che la cosa mi pesa.. lo so che chat non significa tradimento.. uno può solo cercare due chiacchiere, confronto, una sega etc.. (sarà che però da parte mia questo "amore" per le chat non c'è, quindi non capisco cosa ci trova) ma il fatto che lui abbia negato e che non si sia neppure giustificato un minimo (della serie: no guarda, vado solo ogni tanto per fare due chiacchiere) un pò mi ha lasciato perplesso.. è la prima volta che si comporta così.

Oltre al fatto che ho beccato un altro nick che ha usato (a meno che non ci siano altri che usano di nascosto il mio PC per chattare.. mmmmh) e onestamente nick che iniziano con "sesso" e altro.. non è che siano il massimo per fare "due chiacchiere".

Sento che inizia a nascere la diffidenza.. e l'espressione più evidente di questo è il fatto che mi passa "l'appetito"... se ne è accorto pure lui che poco tempo fa mi ha detto "mi manca sentirmi desiderato" dato che prima me lo mangiavo con gli occhi... adesso, anche in combinazione con altre situazioni stressanti di questo periodo, l'idea di far l'amore con lui non mi passa per la testa.. proprio libido azzerata. E anche da parte sua non c'è un particolare entusiasmo.. sta passando anche lui un periodo stancante.

Aspettiamo e vediamo un pò.. il cuore mi dice sempre di fidarmi.. ma vorrei che lui riprendesse l'argomento.. altrimenti dovrò riprenderlo io.  (la mia testa ovviamente mi dice "magari ti sta prendendo per il culo in una maniera grandiosa...")

Faccio fatica a conciliare l'immagine di lui "cucciolosa" e che si vergogna se gli sussurro all'orecchio "dimmi di prendertelo in bocca" con quella di chi va in chat a scrivere - come dice lui - "porcate".. (ma magari non le scrive.. ma la mia testa sta ricamando su un romanzo hard.. in cui io faccio la parte del cervo - cioè cornuto..)

Lo so che l'essere umano è fatto di tanti pezzetti ben diversi fra loro.. che uno appare in un modo ma dentro è in tanti altri modi diversi.. che uno sente il bisogno di dare sfogo alle varie parti di se.. sono il primo a saperlo.

Per me finchè la cosa rimane virtuale può fare che gli pare.. ma finchè è tutto velato.. così stridente con l'immagine che ho di lui.. sento "le mie mura di difesa", che pian piano con lui si erano abbassate, che fremono per tornare alte e impenetrabili fino al cielo.. sento il mio sguardo che lo trapassa gelido nascosto dietro un sorriso.. mi conosco.. e non mi piace questa parte di me.

Quella che si sente ferita e tradita.

sabato 21 luglio 2012

21 Luglio 2012


L'altro giorno ripensavo a me oggi.. a quanto sia "assurdo", se ci penso razionalmente, al fatto che adesso convivo con un ragazzo. Cioè.. se ci penso razionalmente il fatto che io sia omosessuale mi sembra quasi un sogno da cui mi sveglierò. Come una rottura incredibile con il passato. Pensare ai miei amici che si sposano, altri che stanno per avere figli.. possibile che se l'8%-10% della popolazione è gay, noi siamo l'unica coppia gay della compagnia???? Mi fa sentire un pò.. "diverso" XD

E ripensavo che negli anni questo grande dolore e disagio che sentivo dentro, il sentirsi sempre fuori dal mondo, diversi, fuori posto, che non voglio dire fosse al 100% a causa dell'omosessualità "latente" (magari di mezzo c'era il pessimo rapporto con mio padre, un amore materno poco sentito, i bulletti a scuola..) mi ha portato più volte all'idea di farla finita.

Mi sarei avvelenato che è più chic.. oppure durante un giro in moto avrei sbagliato una curva e giù in un dirupo.. (ma che morte di merda...)

Penso sia una questione di carattere.. per me che sono un pò lunatico forse è più facile arrivare da un estremo all'altro.. in fondo ancora oggi ci sono volte in cui tendo a pensare che "non ce la faccio più ad andare avanti" nonostante a ben vedere non ho nulla di cui lamentarmi.. è solo il carattere un pò tragicomico/melodrammatico.

Già.. Mi sono sempre sentito diverso, magari non gay, la vedevo più come uno stile di vita, magari a giro per il mondo, magari a vivere in un camper. Ma diverso si. Con una visione della vita differente e mi dicevo fra me e me che avrei lasciato agli altri i modi di vivere più comuni.. ci avrebbero pensato gli altri a vivere in maniera standard, come pecore, io avrei percorso la mia strada anche se lontana dalle altre.

Mi ricordo che mio padre mi disse una volta (era passato il servizio al telegiornale con il ragazzo che si era ucciso per qualche motivo) che per lui il suicidio era la cosa più stupida del mondo. Forse per questo l'idea mi stuzzicava.. per un ultimo gesto di ribellione estrema :D

Io penso che sia l'ultima risorsa, sempre a disposizione, percui prima di arrivare a tanto, meglio provare a fare di tutto. Scappare di casa, mandare a fanculo tutti, prendere a bastonate chi ti sta sulle palle, etc.. insomma.. cose attive.. provare a cambiare la situazione. Non l'ho mai "demonizzato".. poi capisco che la società DEVE condannare tale "pratica".. (come il fatto che uccidere è "male"... a me non convince mica..)  per ciò che mi riguarda non ho mai visto nella mia vita qualcosa di totalmente buono o totalmente cattivo..

Ma forse a volte l'idea del suicidio è molto più dolce dell'idea di essere rifiutati dai propri cari per tutta la vita o cose del genere. Il senso che in un attimo termina ogni sofferenza. Ma sono contrario a uccidere ogni speranza di un futuro migliore.

Dato che in questi giorni è uscito fuori, con gli amici e il mio ragazzo, il discorso del Karma.. in effetti non è così scontato che se ti uccidi poi le cose vadano meglio..

Hai il 33% di finire in una situazione come quella da cui scappi o probabilmente peggio.
Quindi che c'è qualcosa dopo.. ma peggio visto il tuo comportamento (purgatorio/inferno o una reincarnazione in una situazione peggiore o altro.. bo..)
Un altro 33% che non vi sia nulla dopo.. quindi tutto ok.. cibo per la terra e basta.
Un altro 33% che vi sia qualcosa e sia migliore ("ciao, si stavamo scherzando.. ti abbiamo spedito nella vita sbagliata.. dai, adesso goditela.. scusaci")

Quindi per dire che anche se ti suicidi non è detto che le cose migliorino per forza..
(si.. lo so.. vi ho tolto la voglia di suicidarvi.. sorry..)

lunedì 16 luglio 2012

16 Luglio 2012

La bellissima casa di Prezzomolo a cui però non siamo andati.. peccato.. c'erano tante palle.. XD
Siamo sopravvisuti a Gardaland!!
Abbiamo passato un bel weekend.. Sabato sera siamo arrivati al Bed&Breakfast dove abbiamo passato la notte. Chissà la signora che avrà pensato.. mi ero pure raccomandato la matrimoniale e si è vista arrivare due ragazzi.. Il mio ragazzo: "ma non le hai detto che siamo gay??"
scusa?? che devo dichiarare il mio orientamento sessuale quando prenoto qualcosa?

Si, salve, 2 caffè - siamo gay - grazieee.
Due biglietti per il cinema, sala 69 - siamo gay - grazieee.
Un etto di prosciutto - sono gay - grazieee.

Bè.. è comunque stata super professionale.. non ha fatto una piega ed è stata super gentile (e vorrei vedere fosse stato il contrario.. )

La nostra prima notte insieme fuori casa.. già.. non viaggiamo molto... '-_- (a parte la settimana a casa dei suoi.. XD) anzi adesso siamo un pò in discussione per le ferie... ma vabbè.. altro discorso..

Il mio cucciolo aveva intenzioni bollenti per la notte ma onestamente faccio un mea culpa pubblico e ammetto che l'ho mandato in bianco.. Bo.. sarà stata la stanchezza.. sarà che il bagno non era in camera ma era in comune.. (mi vedevo a giro per il corridoio nudo a spaventare la famiglia di tedeschi della stanza vivina... XD) sarà che c'era la TV accesa e per me che non la guardo mai ha un effetto ipnotizzante.. ma mi sono limitato alle coccole.. Che poi.. dico io.. se hai tanta voglia e mi vedi spento.. ribaltami violentemente e scopami.. e invece no.. non ho voglia e devo fare pure tutto io.. bè stai fresco.. io mi son girato dall'altra parte e ronf ronf.... dormito magnificamente.. (e col condizionatore acceso che a casa non ho..)

Mattina colazione tranquilla.. e poi via al parco.
Erano circa.. mmmmm.. 25 anni? che non andavo a Gardaland.. (mi ricordo da piccolo che mi persi e mi soccorsero due signori anziani.. mio padre era fuggito alle montagne russe.. mi indicò un puntino in lontananza.. "vedi là? quella è mamma.. vai da lei.." ..io annuii senza aver capito nulla.. mio padre si volatilizzò come un ninja e dopo pochi metri mi misi a piangere disperato ritrovandomi solo..)
Il mio cucciolo invece non c'era mai stato e erano due anni che aveva voglia di andarci.

Abbiamo mangiato tante schifezze, fatta un sacco di coda alle giostre, fatte le foto insieme mettendo la faccia in quelle stupide sagome, presa anche la foto + DVD del giro su una giostra terrificante, fatta la foto ad una cabina che te la stampa e fa l'effetto stile manifesto western dei  ricercati.... credo di non aver urlato così in tutta la mia vita.. cioè è stato un continuo urlare... non avevo più aria nei polmoni.. ho urlato ad ogni giostra un pò più "hardcore".. che ovviamente ce le siamo fatte tutte..

Ci siamo visti pure l'acquario.. con il leone marino che fa il verso del mio ragazzo quando russa.. e due tenerissimi cavallucci marini che si tenevano per la coda.. come due innamorati...

Fra l'altro ci siamo guardati un bel pò a giro.. e notavamo che c'erano un sacco di "cessi"  - sia ragazzi che ragazze  (ogni tanto il mio ragazzo esclamava "oh mamma mia")  e che c'è andata bene che siamo entrambi carini (poi vabbè.. siamo di parte) e come coppia equilibrati (insomma non il classico figa lei e cesso lui o viceversa). A tal proposito mi è capitato più volte di vedere dei ragazzi piuttosto carini stare con dei cessi pazzeschi.. delle ragazze con delle cosce più grosse dei prosciutti del mio salumiere... che quasi i jeans esplodono.. giuro che ho controllato (con discrezione) le cuciture dei pantaloni per vedere se si stavano scucendo.. che quando dici "sembra una pera" non è una metafora.. e davvero pensi: "meglio gay che scoparsi una così.." e a lui volevo dirgli "guarda.. ma scopati il tuo amico (erano due coppie) che è molto più carino della tua ragazza..".
Poi vedi anche il tipo che diresti al 100% che è gay che sta con una pure carina, che si baciano, lei lo chiama amore etc.. e poi alla giostra lui la abbandona da sola (cone lei che miagola "grazie amore....") per sedersi accanto al suo amico (gran tocco di manzo..) e ti viene da dire alla tipa: "guarda che qua gatta ci cova..."

Dopo cena siamo venuti via e ci siamo fatti le nostre ore di auto per tornare a casa... passata la mezzanotte eravamo nella nostra tana a letto abbracciati. Bello passare un paio di giorni così.. ci sarebbe voluto un giorno in più per un pò di relax sul lago.... (e l'idea di fare un bel bagno anche in boxer c'era venuta ma non c'è proprio sttao tempo)

P.S. Accidenti non siamo stati nella magica casa di prezzemolo.... XD (che poi era bellissima a vederla dall'esterno)

sabato 14 luglio 2012

14 Luglio 2012

(100° Post)

Ennesima incursione esoterica nel "mio mondo".. E' un pò strano per me che, per quanto affascinato da queste "cose" non c'ero mai entrato in "collisione".. (SBONK!)
invece da quando sto con il mio ragazzo, cartomanti, astrologhe, maghi e zingare sono all'ordine del giorno.

L'ultima incursione è da parte di un astrologa che gli ha fatto la carta astrale ed ha tirato dentro anche me e la mia famiglia. Io non c'ero.. questo è quello che mi ha riferito il mio ragazzo.. 

Lui è l'anello di congiunzione per snodare e chiarire il rapporto fra me e mia madre.. lei mi deve dire un qualche oscuro segreto relativo alla mia nascita che io ho "assorbito" mentre ero in pancia e da qui ha origine la mia "ricerca senza fine".. solo mia madre rivelandomi queste cose mi darà pace e "disseterà" la mia bocca "assetata di risposte".. 
Lui mi chiede pure se sono davvero figlio di mia madre e mio padre... (peccato che io sono la copia di mio padre..) che l'astrologa gli ha detto che sono un figlio non voluto (questo lo sapevo già.. sono arrivato inaspettatamente..) che mia madre non si è mai sentita madre  (lo sapevo: tant'è che dopo di me mia madre ha avuto due aborti spontanei.. il primo forse anche a gravidanza avanzata.. che ha detta di mamma ha auto-provocato inconsciamente proprio il fatto che non si sentiva mamma) e anche io ho rischiato grosso.. vivo per poco.. (i'm sorry.. sono sempre stato un osso duro..)

In un certo senso.. sono uscito un mese in anticipo da quella "trappola mortale" che era il ventre di mia madre XD Avevo anche il cordone ombellicale attorcigliato attorno al collo... sarà stato un caso?? Almeno forse dovrei farla finita di chiedermi perchè non sento il rapporto madre-figlio che sarebbe normale sentire.

Ciò che devo fare adesso è accettare il perdono di mia madre (ma io in realtà non sento nulla di che.. come faccio a incolparla che non si sentiva madre per esempio??? ..è metafisica questa.. )

L'astrologa chiedeva insistentemente se avevo una sorella.. perchè per lei ce la dovevo avere.. (Quando ero alle medie mia madre ha abortito.. la sorellina l'avrei chiamata Silvia.. mentre mio fratello Federico.. ma entrambi, come già detto, non sono nati.. )
Che mio padre mi ha visto come una vittima del loro rapporto e non mi ha mai voluto.. (lui che insinua: forse pensava fossi il figlio di un altro???)  solo dopo ha capito che dopotutto ero una persona anche io e non avevo colpa di essere nato.
Mia madre invece è una strana che vive nel suo mondo, libertina (?) e che vede le cose solo a modo suo. Mio cugino invece lo vedo come un fratello (sarà...)
E povero ragazzo (io) quante ne ha passate (me la vedo che squote la testa)

Ma in questo anno molti nodi verranno al pettine e la situazione con mia madre si dovrebbe chiarire (chissà che mi rivelerà?)

Nella mia vita passata ero uno che ingravidava le donne e poi se ne andava.. così "dall'alto" mi hanno incarnato in una vita dove provo l'abbandono di una donna (mia madre) e che anche questo fatto di "non sapere", questa sete di ricerca di non so che, fa parte della punizione karmica.
Dice pure che devo stare attento ad andare in moto e prestare più attenzione del solito.. i pianeti sono contro in questo periodo. E che per me questo ultimo anno è stato duro e anche ora sono a combattere percui il mio ragazzo mi deve sostenere e deve avere un pò di pazienza. Inoltre l'anima di mio padre è ancora "viva" nel senso che non si è ancora reincarnata e i vari sogni che ho dove c'è mio padre, è l'interazione con la sua vera anima, non è solo un sogno.

Ma veramente Paolo Fox diceva che da Giugno ho Giove dalla mia parte e quindi tutto bene... mah.. XD

Dicessero solo minchiate uno ci ride su bonariamente e via.. Ma la tipa gli ha detto (senza che lui le dicesse nulla) della morte di mio padre, ha "visto" le mie cicatrici/fratture ossee (sono stato operato appena nato e mi hanno "trinciato" la cassa toracica per poter operare.. altrimenti bye bye mondo crudele.. ) La mia "sete di ricerca" c'è davvero.. e mi sono spesso chiesto se forse sarei dovuto partire per "cercare" in altre parti del mondo ciò che qui non riesco a trovare (ma non so neppure cosa cerco). E mia madre (oltre ad averne visto la non-maternità) tempo fa mi disse che quando sarei stato pronto aveva alcune cose da dirmi sulla mia famiglia.

E insomma.. una parte di me un pò si inquieta davanti a queste cose.. un'altra parte vorrebbe indagare a fondo spinta dalla speranza di poter trovare delle risposte.. un'altra parte si è rotta che tutti hanno qualcosa da dire su di me... astrologhe, cartomanti, zingare.. fatevi i cazzi vostri..

E il mio ragazzo dopo una paio di sere mi chiede "Bè? Poi non mi hai detto nulla.. che ne pensi..?"
Che cavolo vuoi che ne penso? mi girano...

Già sono confuso, stanco, in lotta col mondo per affermare il mio diritto di essere me stesso, ho paura per gli imminenti lavori di ristrutturazione che affronterò da solo, mi sento smarrito, senza una scopo, mi sento in un mare in tempesta, ho paura di non saper affrontare tutto questo, ho stravolto tutto in questo ultimo anno, ho paura del futuro che è un gigantesco punto interrogativo, etc.. e ora ci manca solo la Maga Magò..

Scherzo... è che la vita mi sembra così assurda che mi viene una crisi di nervi e inizierei a ridere per non smettere più.

Bah.. tanto stasera vado a Gardaland col mio ragazzo.. XD

lunedì 9 luglio 2012

9 Luglio 2012


Finalmente il mio ragazzo ha qualche domenica libera.
La scorsa siamo stati al mare in gruppo.. che bello giocare a pallavolo in acqua oppure a racchette, sia insieme che fra amici. Questi sprazzi di vita di coppia sociale mi fanno bene, mi mancavano.
E lui è pure bravo a pallavolo.. "ci ho giocato per 7 anni.."

In mare eravamo abbracciati e c'è scappato anche un bacio.
Un'altra coppia di amici (lui e lei) anche loro abbracciati vicino a noi. Sorridono.
Un signore di una certa età ci guardava da lontano.. (ecchissene.. affoga guardone!)

No.. non era esattamente così che giocavamo a racchettoni..
Ieri siamo stati ad un fiume sempre con altre due coppie.. e in mezzo ad altra gente (non tanta eh)
lui si è messo a leggere con la testa appoggiata sul mio sedere... XD

Pian piano mi sento sempre meglio anche in pubblico.. che strada lunga!

Ci siamo anche dedicati a fare l'orto.. il mio lui in passato ha lavorato in campagna e mi ha sorpreso.. è stato davvero bravo a piantare gli ortaggi!! Si son complimentati anche i miei parenti ^_^
("ho lavorato tot anni in campagna.." ..si lo so.. sa fare tutto ed un pò è snervante..XD )
E poi è proprio bello condividere qualcosa in più.. passare del tempo insieme con uno scopo comune.. e alla fine, si spera, mangiare "i frutti del nostro amore" ehehehe

P.S: io che mi facevo tanti problemi.. e invece ho scoperto per caso che ache il mio ragazzo frequenta videochat.... XD

mercoledì 4 luglio 2012

4 Luglio 2012

Recentemente, contornati da una cenetta di pesce al ristorante e complice una bottiglia di prosecco svuotata in due, le nostre lingue si sono sciolte in una discussione dove dalla bocca sono uscite confessioni tenute finora segrete (più per tatto che per altro).

Così finalmente scopro che avevo ragione "a sentir puzza di bruciato": il mio lui non ha mai accettato il suo essere omosessuale.. a differenza di quanto ha sempre detto..  La cosa non mi aveva mai convinto: essere gay perchè i ragazzi ci provavano con te mentre le ragazze (mica mille.. giusto due-tre...) gli hanno dato dei due di picche (ne danno a tutti.. eppure mica si diventa gay per questo) mi è sempre sembrata una enorme minchiata..

In realtà è ancora tormentato dall'immagine del ragazzo perfetto che voleva essere in famiglia e che invece non è.. almeno in senso "classico" (dovrebbe capire che lui va bene così..), un pò angosciato dal futuro come famiglia (ma la nostra relazione è la prima che gli ha fatto capire che anche in un rapporto omosessuale ci può essere una famiglia.. mentre le sue precedenti relazioni erano state brevi e più che altro basate sul sesso), e che quando vede me che continuo a scavare, a cercare, a combattere lui si sente insicuro (però mi sembra che ultimamente mi sono accettato un bel pò..) e così arriva pure a chiedermi "ma tu come la vivi? come ti accetti? etc..".

Domande che cadono nel vuoto, forse retoriche, anche perchè lo sa il percorso che sto facendo e la strada percorsa.

Seguono due-tre giorni di suoi malesseri vari (mal di stomaco, vomito etc..) dovuti secondo lui perchè ha buttato fuori una cosa che si portava dentro da anni e finalmente sente che l'ha lasciata andare.. (io direi che momentaneamente si è alleviato un peso)

Io mi sono sentito un pò rattristato, un pò tradito.. e un pò mi fa paura che all'improvviso manifesti tutti questi dubbi. Gli dico che l'anno scorso, quando stavo affrontando tutto il mare in piena dell'omosessualità, mi avrebbe fatto bene (e ho cercato) un confronto.. invece di avere come esempio una "roccia" che faceva finta di essere sicura e convinta di essere gay... "eri insicuro.. volevo che sentissi un punto di forza in me.."  ciò di cui avevo bisogno lo sapevo io.. non tu che neppure mi conoscevi.. io cerco e ho sempre cercato con chiunque e in qualunque situazione un confronto sincero e umano.. meglio essere in due sulla stessa barca e ragionare insieme su come cavarsela piuttosto che sentirmi solo e ancora più diverso fra i diversi, in un mare in tempesta.. ma lui era convinto che avessi bisogno di false sicurezze. Capisco mentre scrivo che in realtà lui non voleva affrontare la cosa e il "muro" di sicurezza l'ha messo per se stesso.. per proteggersi da me.

Qui esce fuori un lato del mio ragazzo che non apprezzo.. una superbia di sapere sempre il meglio per tutti e di tutti, si arroga il diritto di dirti come e cosa devi fare, di dirtelo anche in maniera diretta e senza tatto, e che in realtà è una scusa per non mettersi in gioco.. lo vedo..  ti lascio fare.. forse non è il momento.. forse hai già altre cose da affrontare, più pratiche.. bè.. io cammino per la mia strada.. anche se da solo.

Sta a me a parlare.. il vino sale.. gli dico che avevo pensato di lasciarlo tempo fa (più o meno a gennaio.. ma a lui non l'ho detto) perchè mi sentivo molto insoddisfatto sessualmente. Ma che poi ho visto un cambiamento, seppur lento, e ho deciso di pazientare. E' un pò amareggiato. Io gli faccio notare che sempre gli ho chiesto di prendermi, sempre gli ho detto che ogni tanto avevo bisogno di sentirmi suo, non gli sto dicendo nulla di nuovo.  Capisce che le mie lamentele, che ha sempre preso un pò sottogamba, spesso con una risata che consideravo offensiva e snervante, erano serie. Insomma.. dico io.. pensa se fossimo entrambi passivi.. che cavolo faremmo?


E' un bisogno reale quello di sentirmi suo ogni tanto.. non è solo una mera questione di sesso. Ho bisogno di poter esprimere la mia metà femminile che negli anni ho sempre dovuto reprimere.

In camera mi prende e mi scopa.. mi chiedo se più per ripicca che per reale voglia.. ma chissenefrega.. vorrei lasciarmi cavalcare a pecora, la posizione che preferisco... ma non sono abituato e devo montargli sopra io per avere il controllo della penetrazione, altrimenti troppo dolorosa, e lasciarmi penetrare pian piano.


Nel frattempo è pure tornato un weekend a casa sua e ritornato da me.. ha lasciato una lettera a sua madre in cui le dice fra le altre cose che tornava "dal suo amore".. speriamo sua madre capisca.. in più una zingara (ma che rompiballe..) l'ha fermato e fra le altre cose gli ha detto di stare attento a me, a non affidarsi troppo.. ma sono tutti contro di me??

Ma chissà.. come diceva Morfeus di Matrix "Una cosa è conoscere la strada giusta, altra cosa è imboccarla".. io vedo che cambia.. che diventa più sicuro di se, anche sessualmente, che prende decisioni importanti a lavoro e per se stesso e riprende a dirigere il timone del suo futuro. Come gli ha detto la cartomante l'altro giorno: "devi tirare fuori i coglioni.. scusa l'eufemismo ma quando ci vò.. ci vò.."

Mi si sta "lupizzando".. XD