domenica 18 marzo 2012

18 Marzo 2012

Ma torniamo ai post seri.. grazie ai quali posso mantenere una sorta di "perbenismo" in questo blog.. (senza scadere in un catalogo di foto erotiche :P )

In settimana è venuta mia madre a cena da noi.. la prima volta in tutta la mia vita che ospito mia madre a cena.. ovviamente ha organizzato tutto lui con due SMS in contemporanea.. "che ne dici se invito tua madre a cena?" e uno a mia madre del tipo "Stasera vieni a cena da noi?".. che malvagità.. ovviamente mia madre (sorpresa) mi ha chiamato e mi ha chiesto "ma.. ti va bene se vengo a cena?".. "mamma.. per me si.. anche io l'ho saputo ora che vieni a cena..". E così ha cucinato lui e la sera (dopo cena) era tutto contento per la "serenità della serata", per come ci ha visti distesi etc.. Qualche mese fa ci aveva già provato ad organizzare una cena ma io mi ero un pò.. ecco.. scurito in volto.. percui a malincuore aveva rinunciato.. "ma lei ci invita sempre a cena.... invitiamola una volta noi.." "ma è mia madre.. è normale che ci inviti a cena ogni tanto.." ..queste usanze del sud in cui la famiglia è la Famiglia.. anche per mia madre sono un pò strette.. tutto un ricambiare.. XD

La cosa carina è stata rimanere un ora e qualcosa (prima che mamma arrivasse) seminudi nel letto ad accarezzarci e parlare.. parlare.. senza fare altro.. è stato molto intimo e rilassante.

Venerdì dovevamo uscire.. poi dopo cena ci siamo messi a parlare.. (non è che siamo logorroici è che siamo in fase di chiarimenti, confronto, alti e bassi, etc..) poi un attimo sotto le coperte.. due coccole.. poi abbiamo chiuso gli occhi.. poi ha iniziato a russare.. e a mezzanotte e mezza non avevamo voglia di vestirci per uscire.

Sabato sera... inizia male.. aperitivo con amici.. poi forse ci doveva raggiungere il mio ragazzo.. ma dato che c'era molta gente che non sapevo dovesse venire, gente mediamente media, gente che si è più volte espressa negativamente sull'omosessualità, gente che non sa di noi, ho preferito lasciar perdere... non me la sentivo nè di affrontare dieci persone di petto, nè di far finta di nulla e fare gli "amici". Ho salutato tutti (che mi guardavano con aria sospettosa.. chissà dove andrà??) e sono andato via dal mio ragazzo. Questo per dire che spesso ho fatto coming-out.. spesso ma non sempre.. va fatto con un minimo di cervello (anche se sono sicuro che non sarebbe successo nulla di male).


La sera ci perseguita un altra maledizione.. quella che quando usciamo solo io e lui succede sempre qualcosa di sgradevole.. ecco.. è stato molto imbarazzante andare a una serata gay per poi scoprire che non era gay... stare abbracciati sul divanetto e via via la gente che arriva, ti guarda (male) o/e fa una risatina.. e tu pensi "loro non sembrano gay.. forse è una serata mista..mmmmh.. elementare watson.."  e ti accorgi che di gay ci siamo noi..un altra coppia che si guarda attorno persa (avevano sbagliato pure loro).. e 3-4 altri ragazzi. Così andiamo via.. le tipe del guardaroba: "la serata è così penosa?" ..io convinto che sapessero che ogni tanto fanno serate gay in quel locale "no è che pensavamo ci fosse la serata gay stasera.. all'altro locale fanno quella lesbica.. " ..le tipe che si guardano.. silenzio.. vabbè vado via.. ho capito.. non è serata. Infastidito per la serata mi sento gli sguardi addosso e il mio ragazzo mi punzecchia divertito.. andiamo verso un bar gay in una stradina buia del cavolo.. il mio ragazzo che mi provoca.. io lo allontano perchè mi sento un pò in paranoia.. c'è un bar di ultras e non voglio dare nell'occhio. Alla fine continua e ignora la mia ansia.. mi arrabbio.. "stammi lontano".. (ringhio) lui si sente rifiutato.. così mi sta a 3 metri di distanza per il resto della sera.. non mi parla più.. in auto mentre torniamo a casa una lacrima gli scende sul viso.. a casa rompo il silenzio stampa e ci chiariamo (visto che gli era un pò sbollita, avevo provato a chiarire prima ma nulla). Dormiamo abbracciati.. quindi significa che gli è passata.. pffuuuiiii..

Io ho sbagliato il modo brusco di esprimermi. Lui ha sbagliato a continuare a punzecchiarmi quando è evidente che sono in stato "preda braccata" / "istinto sopravvivenza ON". A me è dispiaciuto anche a livello personale.. dovrei avere le palle di fregarmene e invece.. da questo punto di vista ho tanta strada da fare.. a voglia a dirsi devo accettarmi.. ho il diritto di essere come mi pare etc.. in quei momenti mi rieccheggiano in mente i titoli dei giornali "ragazzo gay aggredito" "coppia gay pestata a sangue" etc..

Oggi a pranzo dai nonni... non c'ero più andato da quando mia nonna aveva chiesto a mia madre se ero gay.. (per la precisione aveva chiesto se il mio coinquilino fosse in realtà il mio ragazzo) ..la mia nonnina gay-friendly che aveva detto "Ah! come Tiziano Ferro!".
Onestamente mi vergognavo a tornarci ma poi mi ha invitato a pranzo.. come rifiutare le leccornie della nonna?? mi ha preso per la gola.. e alla fine mi ha chiesto apertamente come mi trovo con lui, come ci siamo conosciuti etc.. mio nonno (seduto li accanto) sapeva tutto.. quindi non mi ha chiesto dei nipotini stavolta.. anzi scherzando mi ha detto "un tempo ti piacevano le ragazzine.." ma tanto non ci sta più tanto con la testa.. la prossima volta mi chiederà quando gli porto la ragazza a far conoscere. Addirittura sembra che la voce si inizi a diffondere in paese.. (a opera del solito maligno di turno che vede entrare ed uscire un ragazzo da casa mia.. nonostante io stia a qualche kilometro dal paese.. quindi questo fa su e giù per la strada provinciale e fa specifica attenzione a casa mia..) ..dio mio.. ma i cazzi loro la gente?? ..però ecco.. senso di pace.. anche i nonni tranquilli.. che bello..  anzi la prossima volta sarà invitato anche il mio cucciolo a pranzo.. (mia nonna mi ha chiesto: "come è? carino?" ..mitica..) ..siamo accettati in famiglia.. XD

2 commenti:

  1. un piccolo sorriso tenero mi è si è stampato in viso appena letto della nonnina...i miei nonni conoscono il mio boy ma non sanno che lo è...per loro è l'amico...e al tel. ogni tanto mi dicono: salutami Xxxx... :-) ed io chiudo contento che si ricordino, vuol dire che l'effetto è positivo...
    Anche noi a volte viviamo la tua stessa cosa, qnd non mi sento a mio agio per via di ciò che ti è capitato mi infastidisco e preferisco star in disparte e qnd la gente non si fa i cazzi suoi mi altero invece di fregarmene...pian piano ci sto lavorando su e spesso x strada lo prendo a braccetto con la scusa del freddo ma io vgl vivere solo la mia Vita, anzi la nostra!
    :-) Un abbraccio a tutti e due!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah anche la mamma e i fratelli del mio ragazzo non sanno di noi ma ogni tanto gli chiedono "come sta il tuo amico?" .. son piccole cose che fanno piacere e fanno ben sperare..

      Già.. siamo in due a lavorarci allora :) assurdo che dobbiamo lavorare allo "stare a braccetto in pubblico".. ieri ho visto in città due ragazzi (stranieri) che si tenevano a braccetto tranquillamente.. che invidia.. però pensavo: state attenti che siete in italia... :-/

      Elimina