mercoledì 27 luglio 2011

27 Luglio 2011


Uhmmmm.. sono stato al primo appuntamento dalla psicologa.
Tutto bene.. nulla di che.. il primo appuntamento è stato giusto per parlare un pò.
Ci vorranno 3-4 colloqui solo per capire dove andare a scavare..
E intanto.. 80 euri.. e io pagooooo..
L'ho fatto solo per lui.. per dimostrargli che ci tengo a lui e che voglio fare chiarezza con me stesso, in modo da gravarlo il meno possibile con i miei dubbi. Fosse stato per me sarei andato tranquillo a settembre.

Nel frattempo l'AVIS l'ha chiamato e gli ha dato appuntamento per donare il sangue. Ulteriore conferma che sta bene e non ci sono malattie strane, anche se con il mio secondo test HIV ero piuttosto tranquillo..

Tanto tranquillo che l'ho assaggiato per bene.. tanto tranquillo che ho avuto il mio primo rapporto completo (fino alla fine) passivo.. e mi sento molto meglio.. molto più appagato sessualmente.
Mi sono tolto una voglia che provavo da anni.
Adesso ho una visione più completa della sessualità fra ragazzi.. ho provato un pò tutto diciamo.
E so che con lui non ci sono ruoli, esattamente come piace a me, non solo sessualmente ma anche caratterialmente, a volte sono io il "sesso forte", a volte lo è lui. Sto bene. Questo weekend ha rafforzato molto il mio affetto per lui.

E' stato con me anche lunedì, per cui per 4 notti di fila abbiamo dormito insieme. Che bello alzarsi la mattina con lui accanto. Ieri dovevo andare a lavorare percui ho messo la sveglia un pò prima e nel letto siamo stati una mezzora a coccolarci prima di alzarci. Poi abbiamo fatto colazione al bar.
Il giorno prima ci siamo fatti anche un pò di foto mentre ci baciavamo.. è divertente vedersi.. e un pò scioccante.. si realizza meglio..

Lunedì ha fatto un colloquio nella mia città per un lavoro. Vorrebbe transferirsi qua. Io ho preso ferie per poter stare insieme e accompagnarlo. La cosa da un lato mi piace, dall'altro mi stressa parecchio. Mi sento molto diviso. Gli ho chiesto tempo per chiarirmi. Quando è uscito dal colloquio io ero a pezzi, non so perchè, la cosa mi logora molto psicologicamente. Così ha deciso di mollare il tutto: "se devi stare male non ha senso. Volevo transferirmi per stare meglio insieme, non per farti stare male."
Ho bisogno di un pò di tempo. Adesso ci sono le vacanze e partirò per qualche settimana con gli amici. Mi servirà per rilassarmi un pò e tornare con le idee più chiare. Ci sta anche che gli dica: "ok, sono pronto. vieni pure a casa mia". Sono fatto così.. vado a colpi di testa.. come con il coming out con mia madre.. sono imprevedibile.

La sera siamo stati al ristorante indiano. Lui non c'era mai stato ed è stato divertente. Stava proprio bene in camicia e gli ho fatto un pò di complimenti :-) Ci siamo fatti delle foto con l'autoscatto nel ristorante ed è stato un pò imbarazzante.. con la gente che ci guardava e palesemente avrà pensato "quelli sono gay". Ma forse è solo il mio pensiero e avranno pensato "che bella amicizia" ??

Più che stiamo insieme più mi chiedo "ma cosa c'è di così sbagliato?" "perchè non posso accettare e basta che sono frocio? invece di combattere per tornare etero?". Ogni tanto me lo sto dicendo "sei frocio. sei frocio." e mi sento sempre più a mio agio in questa mia "frocitudine" ^^
Lui è contrario ad ogni tipo di "etichetta". "Perchè ti chiami frocio? stai con un ragazzo. basta. non sono gay, frocio o ricchione. Sto solo con un ragazzo."
io preferisco un minimo di etichette.. mi aiuta a "realizzare".

Nessun commento:

Posta un commento