mercoledì 27 luglio 2011

27 Luglio 2011


Uhmmmm.. sono stato al primo appuntamento dalla psicologa.
Tutto bene.. nulla di che.. il primo appuntamento è stato giusto per parlare un pò.
Ci vorranno 3-4 colloqui solo per capire dove andare a scavare..
E intanto.. 80 euri.. e io pagooooo..
L'ho fatto solo per lui.. per dimostrargli che ci tengo a lui e che voglio fare chiarezza con me stesso, in modo da gravarlo il meno possibile con i miei dubbi. Fosse stato per me sarei andato tranquillo a settembre.

Nel frattempo l'AVIS l'ha chiamato e gli ha dato appuntamento per donare il sangue. Ulteriore conferma che sta bene e non ci sono malattie strane, anche se con il mio secondo test HIV ero piuttosto tranquillo..

Tanto tranquillo che l'ho assaggiato per bene.. tanto tranquillo che ho avuto il mio primo rapporto completo (fino alla fine) passivo.. e mi sento molto meglio.. molto più appagato sessualmente.
Mi sono tolto una voglia che provavo da anni.
Adesso ho una visione più completa della sessualità fra ragazzi.. ho provato un pò tutto diciamo.
E so che con lui non ci sono ruoli, esattamente come piace a me, non solo sessualmente ma anche caratterialmente, a volte sono io il "sesso forte", a volte lo è lui. Sto bene. Questo weekend ha rafforzato molto il mio affetto per lui.

E' stato con me anche lunedì, per cui per 4 notti di fila abbiamo dormito insieme. Che bello alzarsi la mattina con lui accanto. Ieri dovevo andare a lavorare percui ho messo la sveglia un pò prima e nel letto siamo stati una mezzora a coccolarci prima di alzarci. Poi abbiamo fatto colazione al bar.
Il giorno prima ci siamo fatti anche un pò di foto mentre ci baciavamo.. è divertente vedersi.. e un pò scioccante.. si realizza meglio..

Lunedì ha fatto un colloquio nella mia città per un lavoro. Vorrebbe transferirsi qua. Io ho preso ferie per poter stare insieme e accompagnarlo. La cosa da un lato mi piace, dall'altro mi stressa parecchio. Mi sento molto diviso. Gli ho chiesto tempo per chiarirmi. Quando è uscito dal colloquio io ero a pezzi, non so perchè, la cosa mi logora molto psicologicamente. Così ha deciso di mollare il tutto: "se devi stare male non ha senso. Volevo transferirmi per stare meglio insieme, non per farti stare male."
Ho bisogno di un pò di tempo. Adesso ci sono le vacanze e partirò per qualche settimana con gli amici. Mi servirà per rilassarmi un pò e tornare con le idee più chiare. Ci sta anche che gli dica: "ok, sono pronto. vieni pure a casa mia". Sono fatto così.. vado a colpi di testa.. come con il coming out con mia madre.. sono imprevedibile.

La sera siamo stati al ristorante indiano. Lui non c'era mai stato ed è stato divertente. Stava proprio bene in camicia e gli ho fatto un pò di complimenti :-) Ci siamo fatti delle foto con l'autoscatto nel ristorante ed è stato un pò imbarazzante.. con la gente che ci guardava e palesemente avrà pensato "quelli sono gay". Ma forse è solo il mio pensiero e avranno pensato "che bella amicizia" ??

Più che stiamo insieme più mi chiedo "ma cosa c'è di così sbagliato?" "perchè non posso accettare e basta che sono frocio? invece di combattere per tornare etero?". Ogni tanto me lo sto dicendo "sei frocio. sei frocio." e mi sento sempre più a mio agio in questa mia "frocitudine" ^^
Lui è contrario ad ogni tipo di "etichetta". "Perchè ti chiami frocio? stai con un ragazzo. basta. non sono gay, frocio o ricchione. Sto solo con un ragazzo."
io preferisco un minimo di etichette.. mi aiuta a "realizzare".

giovedì 21 luglio 2011

21 Luglio 2011


Saaaaanoooooo!!
Ho avuto il risultato del test HIV.. negativo.. pffuuuiiii..
Che ansia.. Ho festeggiato mangiando un bel cono gelato :-P

Una volta che gliel'ho detto a parte i soliti "hai visto? che ti avevo detto?"
o i "sei un pò paranoico" poi mi fa anche "in effetti ripensandoci.. ad inizio anno avevo donato il sangue ed era andato tutto bene.." ma come??!! e non me lo dici? mi fai stare 4 mesi con l'ansia che col tuo ex dell'anno scorso sapevo un tubo quello che avevi fatto.. mi fai pensare che non ti eri fatto nessun controllo??!! Ma io ti uccido.. oltre al fatto che per responsabilità non ho potuto donare il sangue, mi sono dovuto pagare le analisi aggiuntive per tenermi sotto controllo il sangue e ormai prima di poter donare.. SBONK!!

Per il resto.. un gran mal di testa.. e non ne ho mai sofferto eh!.. mi arriva un sms.. a Settembre si traferirà nella mia città.. "Amore.. Contento??".. almeno così dice.. il suo modo di fare improvvisando qualunque cosa potrebbe fargli cambiare idea decine di volte.. ma li dove è non lo pagano e la situazione con i coinquilini nonchè colleghi di lavoro non è rosea.. quindi prima di tornare al suo paese al sud, ha deciso di giocarsi l'ultima carta.. e almeno per qualche tempo, finchè non trova un lavoro stabile ed una stanza, lo ospiterò in casa.. dicendo ai miei vicini e parenti che è un mio amico che cerca lavoro.. ho già le palpitazioni.. e chi l'avrebbe detto che 3 mesi fa dall'idea di una botta e via mi sarei ritrovato in tutto questo..
Dopo un iniziale momento di PANICOOO e fortissimo mal di testa.. mi sono calmato.. alla fine la cosa non mi dispiace.. i patti fra noi sono chiari.. e cioè che se le cose non vanno, non venga a rinfacciarmi che "ha lasciato tutto per me" perchè la scelta è sua.. e poi so benissimo che se proprio proprio proprio non ne posso più semplicemente gli dirò "BONAAA".. e chiuderò un capitolo della mia vita..

Intanto fra un paio di settimane verrà da me per 5 giorni a cercare lavoro.. e lo ospiterò.. una prima prova di convivenza.. oddio.. la mia prima convivenza in assoluto..

E io in settimana nuova vado dallo psicologo.. primo appuntamento.. vediamo di iniziare a capire un pò meglio se sono davvero gay o no.. e ad affrontare tutti i casini dell'infanzia..

Ho anche iniziato a sondare il terreno con gli amici.. solo una mia amica SA.. e a settembre dopo le vacanze farò coming out con qualche altro amico intimo.. le battute a sfondo gay fra noi non sono mai mancate percui ho buttato li un "vabbè dai.. ma se lo fossi davvero saresti comunque mio amico??" facendo gli occhioni dolci da bambi.. le risposte sono affermative.. quindi un giorno dirò "ti ricordi di quando mi avevi detto ch saresti rimasto mio amico anche se... ecco.. ricordatelo.. perchè sono gay.."
Devo dire che l'idea mi diverte.. tensione a 1000.. gambe che cedono.. ma divertente.. e liberatorio..

Che casino che è la mia vita.. però mi piace così..

domenica 17 luglio 2011

17 Luglio 2011


Scrivo da casa sua.. lui è a lavoro ma fra poco lo raggiungo. Il suo capo non c'è e quindi nessun problema..

In settimana ho iniziato a prendere i Fiori di Bach.. a me funzionano.. in questo periodo di emozioni così contrastanti e forti, di dubbi, paure, sento un forte bisogno di chiarezza, di riuscire a seguire e distinguere la mia "voce interiore", il mio istinto.. la medicina alternativa in questo campo funziona.. sempre l'altalena fra il "lui mi piace" e il "non voglio essere gay"... speriamo non mi venga il mal di mare.. Mi ha fatto scegliere delle boccette.. "quali te lo dirà la tua anima".. aaaaaaaahhh il bello della medicina alternativa.. mentre ero li dubbioso a osservare quelle file di boccette.. la "dottoressa" controllava un quaderno per una cliente.. e smuovendolo, una boccetta ha iniziato a "vibrare" e muoversi.. ok.. è lei.. ciliegio.. si potevano muovere più boccette, oppure nessuna. Si è mossa quella su cui avevo messo gli occhi ma che mi dicevo "si vabbè.. mi piace solo perchè sono goloso di ciliegie..". Scelta la boccetta.. (una di tante altre) è risultato che andasse veramente bene per me.. è per chi fugge.. e io in questo periodo della mia vita ho scelto di smettere di fuggire e di affrontarmi..

Venerdì mi sono tolto i punti della piccola operazione.. il ragazzo che me gli ha tolti era pure carino.. mi ha fatto un pochino male ma dovevo fare lo stoico coraggioso.. Ancora però prima di poter fare un bagno in mare o una doccia come dio comanda devo aspettare qualche giorno.. meglio non bagnare la ferita.. uffiiii..

Sono tornato a cena da quella mia amica a cui ho detto tutto, abbiamo parlato un bel pò e ci siamo chiariti.. come avevo immaginato lei ci stava provando e nemmeno troppo per il sottile.. anche per questo ho deciso di dirle tutto.. per farle capire che il problema non era lei, che è una bella persona, ma io.. che in questo momento ho "cambiato sponda" e devo risolvere i miei .. cazzi..

Lei che è un pò psicologa (di vocazione, non di laurea) ha espresso qualche dubbio.. secondo lei ho esplorato abbastanza l'altra sponda e dovrei tornare a quella originaria.. (secondo me è un consiglio interessato..) perchè tanto i miei problemi non sono di "sponda" ma sono in profondità dentro di me.. quindi sono in un circolo vizioso.. io invece penso di aver fatto dei passi avanti.. e ne farò altri.. finchè non avrò sviscerato a fondo tutta la mia anima.. questo è il mio percorso e lo sento che è giusto..
"sei una persona coraggiosa e forte" mi ha detto.. grazie per i complimenti.. spero sia così..

Poi sia chiaro.. di lei mi fido.. altrimenti non le avrei detto nulla.. tutto ok per fortuna, anzi si è rasserenata.. almeno ha capito.. finchè pensava che stessi con una ragazza cercava di competere con lei.. ora che sa che sto con un ragazzo.. c'è un buon rapporto di amicizia.. un pò mi dispiace per lei.. penso a quando capitava a me di trovare sempre le ragazze più assurde e ogni volta pensavo "ma perchè le trovo tutte io??!!" e ora immagino che lei si faccia la stessa domanda ^^

Il weekend è andato benissimo. Venerdì sera siamo stati a ballare ad una serata gayfriendly.. con una sua amica "lalla".. io non lo sapevo e pensavo fosse una serata "normale".. poi guardandomi intorno iniziavo a vedere.. "ma quelli sono gay.." "anche quelli sono gay.." etc.. "amore.. ma questa è una serata gay?" "eh si!" .. aaaaaaaaahhh allora festaaaaa.. mi sono sentito benissimo.. libero di abbracciarlo e baciarlo in pubblico.. abbiamo ballato insieme per la prima volta.. e poi è troppo bello poter ballare come ti pare.. si sente l'aria di poter fare quello che ti pare.. io guardavo gli altri ragazzi abbracciati.. che cuccioli teneri.. c'erano ragazzi a torso nudo a sculettare a mille.. ahahha immaginavo se l'avessero fatto in una discoteca "etero".. le risate.. e così mi sono sdato anche io ;-)
E poi.. mi sono sentito normale.. mi ha dato un senso di tranquillità.. senza dovermi guardare intorno con apprensione.. senza aspettarmi qualcuno che grida "ricchione" o incrociare lo sguardo schifato di qualche signora..

Ieri poi a pranzo da una sua amica e dal suo ragazzo. Tutto ok. Mi ha fatto piacere conoscere gente nuova e fare una vita un pò più sociale, invece di essere sempre e solo io e lui.. io sono un tipo sociale.. quando non sono con lui, a casa mia, sono sempre a giro..

Insomma.. tutto bene..

martedì 12 luglio 2011

12 Luglio 2011


Questo weekend abbiamo festeggiato 3 mesi..
Alla fine il fatto che "ah.. proprio il giorno in cui mi scade l'assicurazione della macchina" era una provocazione.. una battuta.. etc..

E' venuto lui a trovarmi dato che causa operazione, guidare era piuttosto doloroso.. e comunque sono andato a prenderlo alla stazione.. fatica!! ..ma ha fatto piacere..

Abbiamo passato insieme tutto il venerdì e sabato fino al pomeriggio, poi l'ho riaccompagnato alla stazione, aveva il treno per tornare a casa per rientrare a lavoro.

Mi ha portato una bottiglia di fragolino (che onestamente non gradisco molto.. meglio un brachetto..) e un regalo.. io invece avevo preparato una torta, ho cucinato il pranzo e la cena e gli avevo fatto un regalo, con tanto di bigliettino disegnato a mano (dato che ero abbastanza confinato a casa mi sono ingegnato per fare con quello che avevo a disposizione.. carta matite etc..)
Il regalo l'avevo ordinato online la settimana prima.. arrivato preciso.. l'avevo cercato per 2 settimane.. lo vendevano solo in Cina oppure a prezzi assurdi.. una bella lampada di quelle che fanno la nebbia.. un pò diversa dalle classiche, con le linee un pò zen, dato che gli serve per fare atmosfera quando fa i massaggi shiatsu. 
Lui mi ha fatto una tazza del disneystore, dell'uomo ragno XD 
E' la prima tazza che ricevo.. mi fanno sorridere teneramente questi regali un pò "infantili".. ma mi fanno piacere. Io di mio sono un tipo più pratico.
Non gli erano piaciute le mie tazze da colazione.. modello IKEA.. bianche e molto molto semplici..

Ci siamo visti un paio di film, abbiamo fatto l'amore nonostante la mia schiena non al top.. 
mi è mancato non sentirmi suo neppure per una volta..

Venerdì sera siamo usciti a prendere un gelato e poi una birra in centro..

Parlato molto.. lui si era convinto a trasferirsi qua nella mia città.. a me è venuto un attacco di dissenteria XD (giuro.. me l'aveva detto in chat e dopo un'ora avevo degli strizzoni di pancia assurdi.. il mio corpo mi parla..) così quando è venuto da me ho messo le cose ancora più in chiaro.. nel senso.. se le cose andranno allora mi traferirò nella sua città.. ok.. ma per adesso.. 3 mesi.. che lui lasci il lavoro che ha trovato e si trasferisca qua.. non so.. magari poi le cose non vanno.. magari torno etero.. (la speranza..) e mi scoccia che lui investa su di noi così tanto quando io non gli garantisco nulla.. poi se vuole.. faccia pure.. ma invece vorrebbe sicurezze (comprensibile eh!)
Io gli ho di nuovo spiegato che sto facendo i primi passi e non mi può mettere fretta.. ho il diritto di avere le mie esigenze.. sono chiare e se non gli vanno bene sa come fare..
Mi ha detto che in questi anni ho costruito castelli di sabbia, una vita perfetta ma falsa in cui non mi ci ritrovo, che non ho obiettivi nella vita, che vivo giorno per giorno, senza pensare al futuro e così sono fermo, in una gabbia, che i miei rapporti falliscono perchè ripeto lo schema col rapporto con mio padre che non sono riuscito a recuperare prima che morisse. Tipo tosto il cucciolo.. anche se a volte parla un pò troppo a sproposito.. si è messo a piangere perchè gli è sembrato di essere cattivo.. (un pò lo è stato)

Lato mio comunque mi impegno.. domenica parlando con una mia amica di questa situazione, mi sono stufato e l'ho presa in disparte. "Lei.. è un ragazzo..". Mi tremavano un pò le gambe. Lei è stata invece contentissima e abbiamo parlato tutta la sera in disparte dagli altri, tanto che mi sono arrivati occhiolini della serie "eeeehhh vecchio marpione.. ci stai a provare con la tipa..". E' una persona che mi piace, parliamo veramente bene. Adesso però non c'è spazio per le ragazze, devo capire.
Voglio dirlo anche a qualche altro amico fidato, sento il bisogno di poterne parlare più o meno liberamente. Sento che è un passaggio che devo fare per andare avanti.
La notte mi ha mandato un sms.. riporto una parte che mi ha colpito..
"Goditi il viaggio senza fare resistenza. Rischi di arrivare a destinazione senza aver visto nulla."

mercoledì 6 luglio 2011

6 Luglio


Mi sono fatto una piccola operazione alla schiena che mi costringe a letto qualche giorno.. che bello.. posso leggere un pò.. ho una paccata di libri che mi attende.. una volta ogni tanto un pò di pausa e solitudine me le gusto proprio..

Fra me e mia madre il rapporto ha ripreso bene, sono molto più disteso e ne parliamo tranquillamente, dato che lui vorrebbe venire a trovarmi, non devo dire a mia madre di non venire a casa... perchè.. perchè.. quale buona scusa ci potrebbe essere?? invece così "mamma, ci sta che passi a trovarmi, nel caso te lo dico e non venire" addirittura si è offerta di andarlo a prendere alla stazione dei treni.. "ehm.. grazie ma poi gli prende un colpo a conoscere subito la suocera"..

Nonostante questo le cose fra me e lui non sono migliorate.. li x li si.. per una settimana.. tutti contenti.. poi una sua amica palesemente gelosa ha ripreso con "non stravolgerà la sua vita per te.. lui nella sua città ha famiglia, amici, casa, lavoro.. non si trasferirà.. etc.." lei è una grandissima troia egoista.. che ha solo paura che lui se ne vada e la lasci a lavorare da sola nel bar..

Io sono sempre stato chiaro fin dall'inizio e sa benissimo che per me è la prima esperienza con un ragazzo e che io non accetto la mia omosessualità.. lui si è rassegnato e ha trovato un equilibrio, io sono in piena battaglia e questo lo infastidisce perchè non mi sente stabile.. lo capisco.. capisco che stare accanto ad un ragazzo che magari un giorno ti dirà "sono etero" non è fonte di certezze.. ma è anche vero che un giorno potrei dirgli "ho compreso e accettato che sono gay". Voglio solo intraprendere un cammino per conoscere me stesso, poi come sono, sono, ma per essere felici devo conoscermi.

Lui dice di voler cercare il compagno della sua vita, vuole convivere, vedersi ogni sera..
Cavolo.. hai davanti uno che sta affrontando la propria sessualità da 3 mesi.. che ha già fatto coming out con la madre.. che ci sta lavorando su.. e sei insoddisfatto perchè non puoi avere la luna..

In realtà lui non sa cosa vuole.. secondo me ha paura e chiede cose impossibili proprio per avere una scusa affinchè i rapporti non vadano.. secondo me mi ha visto forte e determinato ad andare avanti e così ha paura che io possa metterlo davvero alle strette.. secondo me neppure lui è convinto di essere gay.. non l'ha affrontato con se stesso.. si è solo adattato.. io gli tiro fuori tutti i dubbi che aveva nascosto negli anni.. anche perchè uno che mi dice: mi piacevano un paio di ragazze ma mi hanno respinto percui dato che hai ragazzi piacevo sono andato con loro..  che motivazione è???
Ieri mi ha scritto che alla fine non mi ha chiesto lui di dirlo a mia madre... nemmeno gliel'avessi rinfacciato.. non mi aspettavo neppure un "grazie" ma nemmeno che venisse visto come una briciola.. come un nonnulla.. cavolo.. è stato uno sforzo e grande da parte mia.. l'ho fatto perchè per me era l'unico modo di andare avanti, altrimenti con lui avrei chiuso.

Facciamo oggi 3 mesi.. e il commento è stato.. "ah proprio oggi che mi scade la rata della macchina".. azz.. a pensare al romanticismo del primo mese..

Per me ormai è quasi una questione di principio.. una parte di me è sempre più diffidente.. un'altra parte vuole mandaro a quel paese perchè si è rotta dei suoi capricci.. un'altra ha voglia di viversela comunque.. alla fine lui mi piace e chissà dove mi porta il cuore.. sono sempre le paure di questo o di quello che avvelenano i rapporti.. magari affrontandole invece di fuggire, comunque vada il rapporto, ne usciamo persone migliori..