mercoledì 25 maggio 2011

25 Maggio 2011


Mi sorseggio una schifosissima tisana depurante alla bardana e ortica..

Oggi mi sono depilato le ascelle col regolabarba.. per la prima volta.. devo ammettere che l'ascella rasata non è per nulla male, la trovo sexy, il mio lui c'è l'ha ed in effetti apprezzo..

Settimana scorsa ho attivato anche l'opzione you&me fra me e lui.. anche questa cosa non l'avevo mai fatta.. le mie ex meno le sentivo meglio stavo.. mi costringevano a stare al telefono 45 minuti di seguito a parlare del nulla cosmico.. con lui ci sentiamo più volte per brevi chiamate e vari sms..

Le cose fra noi... mmmmh alti e bassi.. la distanza si fa sentire.. un ora e mezzo di auto non è poco.. non è neppure molto.. ma via via che il rapporto si intensifica, sentiamo il bisogno della presenza dell'altro, del potersi vedere anche giusto un ora durante la settimana invece di aspettare il weekend.. e anche nel weekend lui lavora.. seppur a turni.. e quindi non abbiamo neppure 2 giorni per noi da vivere in santa pace.. magari andare al mare o ovunque..

Mi pesa sentire il malessere di lui.. l'essersi trasferito in una nuova città, lontano da famiglia e quasi tutti gli amici, un lavoro nuovo.. sente il bisogno della mia presenza.. ma la distanza rende tutto difficile.. e a me spiace.. potrebbe trovarsi un ragazzo li nella città in cui sta.. forse sarebbe meglio..
Questo sono io.. cerco di proteggerlo da me stesso.. quando vedo che in qualche modo è ferito da me, dalla situazione in cui siamo, penso che forse dovremmo finirla.
Alla fine io non posso dargli garanzie, non mi accetto neppure come gay. Certo in neppure 2 mesi sarebbe assurdo chiedermelo. Però già mi chiede se un giorno vorrò uscire allo scoperto..
Allo scoperto.. se sarò sicuro di essere gay si.. certo.. in effetti anche adesso guardo solo i fondoschiena dei ragazzi... però penso a come "curare" questa parte di me.. forse uno psicoterapeuta?
Desidero un futuro etero come ero prima..

Poi parla lui che per vivere serenamente è andato via dal suo paesino... e che nonostante vari ragazzi continua ad avere dubbi pure lui...

Ogni tanto mi parla di convivenza...  Dopo un mese e mezzo mi pare un pò presto.. Con le mie ex dopo mesi e mesi l'argomento non era mai uscito..

Il suo correre non mi aiuta per nulla.. mi spaventa.. io lo lascio dire.. un anno fa avrei già troncato ogni cosa.. nel tempo si cambia e ho imparato a dare meno peso alle parole degli altri.. non tutti sono coerenti.. e fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.. no? A volte uno dice qualcosa solo per vedere la reazione dell'altro.

Lui mi scarica addosso tutte le sue ansie, le sue insicurezze, il suo malessere.. a me va bene.. nel senso.. stare insieme significa condividere anche questo.. però a sua volta genera in me malessere, un profondo senso di colpa.. come fosse tutta colpa mia (so che non lo è). Uff..

Nessun commento:

Posta un commento